Siracusa, sono iniziati i lavori di restauro conservativo della Carrozza del Senato

Un trattamento particolarmente delicato poiché deve tenere conto dell'età del bene che risale al 1764

Sono iniziati i lavori di restauro conservativo della Carrozza del Senato con l’obbiettivo di vederla nuovamente sfilare il prossimo anno in occasione della processione del 13 dicembre dedicata alla patrona santa Lucia. Com’è noto, a farsi carico dell’intervento è il Rotary club di Siracusa che, grazie ad un protocollo d’intesa con il Comune firmato dal sindaco, Francesco Italia, si sta avvalendo delle competenze dell’Istituto europeo del restauro di Ischia.

In questa prima fase si sta provvedendo a disinfestare la pregiata carrozza da tutti quegli agenti patogeni che attaccano il legno degradandolo e danneggiando le decorazioni pittoriche. In particolare, le analisi preliminari condotte da Agatino Russo, ordinario di Entomologia dell’università di Catania, e dall’Istituto europeo del restauro avevano evidenziato la presenza di entomi xilofagi. Un trattamento particolarmente delicato poiché deve tenere conto dell’età del bene che risale al 1764.

“Per me è motivo di grande soddisfazione – afferma il sindaco Italia – perché stiamo recuperando uno dei simboli della città e tra i più fotografati dai visitatori. I lavori sono alle prima battute ma ci sono le condizioni, grazie a questo esempio di cittadinanza attiva messo in campo dal Rotary club, affinché il 13 dicembre del 2020 si possa ristabilire il legame dei siracusani con la Carrozza e si possano tornare ad ammirarne la fastosità e le eleganti decorazioni. Anzi, invito tutti a venire a Palazzo Vermexio per seguire le fasi del restauro, che avverrà a vista all’interno della teca di vetro che la ospita”.

L’Istituto europeo del restauro lo scorso anno ha curato la “Mostra dei faraoni”, proveniente dai Musei reali di Bruxelles, alla Galleria Montevergini e anche in quella occasione alcuni sarcofagi vennero recuperati sotto gli occhi dei visitatori. Inoltre, grazie protocollo, l’intervento consente a due studenti del Liceo d’arte “Antonello Gagini” diplomati la scorsa estate di partecipare a uno stage formativo sul restauro ligneo e pittorico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo