In tendenza

Siracusa, specializzazione in beni archeologici: mercoledì cerimonia di consegna al Vermexio

Con il conseguimento del titolo l'allievo diventa archeologo professionista e da questo momento in poi può iniziare il percorso di inserimento nel mondo della ricerca, delle professioni, del lavoro

Saranno consegnati mercoledì 19 gennaio i diplomi di specializzazione in Beni archeologici dell’Università di Catania ai dieci allievi che hanno completato il percorso di formazione specialistica per l’anno accademico 2020/2021.

La cerimonia, in programma dalle 17, al Palazzo Vermexio di Siracusa (Piazza Duomo, 4), sarà aperta da Daniele Malfitana, direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici e direttore della Scuola Superiore di Catania. Interverranno il rettore Francesco Priolo e la direttrice del Dipartimento di Scienze umanistiche Marina Paino dell’Università di Catania, il sindaco Francesco Italia e l’assessore ai Beni e alle Attività culturali Fabio Granata di Siracusa.

Concluderà l’incontro Alberto Samonà, assessore regionale ai Beni culturali e dell’Identità siciliana. La cerimonia rappresenta l’esito finale di un impegno di due anni di formazione specialistica che gli allievi hanno ricevuto, sia con didattica frontale in aula, sia con esperienze maturate sul campo in scavi archeologici, ricerche in laboratori e depositi di musei e parchi archeologici e tirocini formativi nelle soprintendenze dell’isola.

Con il conseguimento del titolo l’allievo diventa archeologo professionista e da questo momento in poi può iniziare il percorso di inserimento nel mondo della ricerca, delle professioni, del lavoro, dell’imprenditoria dove il tema “archeologia” dalla forte trasversalità riesce a dialogare molto bene.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo