Più guariti che nuovi positivi al covid in Sicilia, scendono i contagi in provincia di Siracusa

In tendenza

Siracusa, stampavano banconote false da 20 euro: 4 arresti

Il fatto è successo al Nord Italia. Le manette sono scattate a seguito della Procura di Siracusa

Sono stati arrestati dai carabinieri un quarantaduenne di San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna, e un quarantacinquenne di Dolo, in provincia di Venezia e le rispettive compagne a seguito di indagini della procura di Siracusa coordinate dal procuratore aggiunto Fabio Scavone e dal Pm Gaetano Bono che hanno portato alla scoperta di una stamperia per realizzare banconote false di 20 euro, per un valore di 35 mila euro.

I due sono stati sorpresi mentre stampavano il denaro. A casa del quarantaduenne, inoltre, dove vive anche la moglie di 46 anni, i militari hanno sequestrato altre banconote false di vario taglio e un laboratorio domestico per produrre sostanze stupefacenti. La stamperie era dotata di una pressa, numerosi clichè tipografici riproducenti tutti i tagli di banconote in euro, solventi, svariate centinaia di ologrammi e carta cotonata.

Trovati medicinali soggetti a obbligo di prescrizione, tutti di provenienza estera, 36 grammi di hashish e 300 chili circa di varie sostanze in polvere e cristalli, tra materiale da taglio e altre droghe, sulle quali saranno condotte analisi. L’operazione è stata eseguita mercoledì scorso dai militari del comando per la tutela della salute di Roma, coadiuvati dai colleghi del Nas di Bologna, delle compagnie di San Lazzaro di Savena e di Chioggia Sottomarina, e con la collaborazione del comando antifalsificazione monetaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo