fbpx

Siracusa, tamponi senza scendere dall’auto: l’Asp allestisce un sistema “fast”

L'azienda provinciale inizierà a svolgere gli esami a tutti quelli tornati in città (e in provincia) da altre regioni a partire da chi è rientrato a casa il 14 e 15 del mese

Entri dalla Pizzuta, fai il tampone senza nemmeno scendere dall’auto ed esci da viale Scala Greca. Un sistema “fast” o per meglio dire in stile coreano quello che l’Asp di Siracusa sta mettendo in campo per eseguire i tamponi a tutti i soggetti prossimi alla fine della quarantena di due settimane.

Oggi nell’area dell’ex Onp della Pizzuta si stanno completando le fasi di installazione della tenda per i medici – simile a quella pre-triage dell’Umberto I- e si sta disegnando un percorso ad hoc per chi dovrà sottoporsi all’esame. I primi test dovrebbero già effettuarsi domani, con l’Asp di Siracusa che avrebbe iniziato a convocare tutte quelle persone tornate in città da altre regioni, a partire da chi è tornato a casa nei giorni del 14 e 15 marzo.

Una volta effettuato il test direttamente dall’auto, il tampone verrà inviato al laboratorio dell’Umberto I di Siracusa o ad Avola, nell’unico privato convenzionato fin qui selezionato dalla Regione che in tempi abbastanza brevi fornirà l’esito dello stesso e di conseguenza la possibilità – in caso di negatività – di poter ufficialmente considerare chiusa la quarantena.

Nei Distretti di Noto e Augusta le sedi individuate sono le tende del pre triage degli ospedali Muscatello di Augusta e Trigona di Noto, nel Distretto di Lentini nell’area antistante la sede dell’Ufficio sanitario del Semp in via Macello. Le persone vengono convocate a scaglioni, in ordine alla scadenza della quarantena.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo