fbpx

Coronavirus: online il modulo per chiedere la sospensione dei mutui

Partite iva, il bonus passa da 600 a 800 euro

Siracusa, teatro comunale e museo del Cinema: pubblicati i bandi per la gestione

In entrambi i casi si tratta di un bando di 5 anni su una base di 8 mila euro l’anno

L’amministrazione comunale ha pubblicato due bandi di gara per la gestione del museo del cinema e del teatro comunale. Per quest’ultimo si tratta di un secondo tentativo dopo che il precedente è andato deserto.

“Abbiamo fatto tesoro della prima gara e delle osservazioni delle imprese culturali e teatrali – ha detto l’assessore alla Cultura Fabio Granata -. Si tratta di una concessione di 5 anni a una base d’asta complessiva di 40 mila euro l’anno e 20 giorni a disposizione dell’amministrazione comunale con un direttore artistico che sarà valutato già in sede di offerta e un unico cartellone che riguarderà lirica, sinfonica e tutte le forme musicali e spettacoli confacenti con la natura de teatro”. La sostenibilità economica dell’impresa passa anche dall’uso che si farà del contenitore culturale, puntando anche sulla congressistica.

“Per il precedente bando – ha concluso l’assessore Granata – abbiamo avuto l’interessamento di almeno tre importanti gruppi del settore e, anche partendo dalle loro osservazioni, abbiamo fatto autocritica. Siamo così arrivati a un bando che è non solo appetibile ma anche equilibrato per assicurare alla città, senza penalizzare gli investitori, un’offerta culturale di qualità e una proposta teatrale che certamente appartiene alla tradizione di Siracusa ma che non può essere affidata solo all’eccellente attività della Fondazione Inda”.

L’assegnazione del bene avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla quale peserà la parte finanziaria per il 30 per cento e quella culturale per il 70 per cento. Scadenza delle offerte entro 35 giorni a partire da oggi.

Per quando riguarda il museo del Cinema, invece, lo scorso anno con circa 15 mila euro era stato disposto il trasferimento della collezione Romeo al Comune di Siracusa nell’ex chiesa dei Cavalieri di Malta a seguito della donazione da parte della famiglia. L’ex chiesa è così messa a disposizione delle società e delle associazioni che vorranno gestirlo. “Dopo il Gargallo – ha aggiunto Granata – stiamo mettendo a disposizione beni che andranno a comporre una rete museale, assieme all’ex convento di San Francesco. Si tratta di una collezione importante con attrezzature e pellicole dalle origini del cinema, o quasi, agli anni ‘70″.

Si tratta anche qui di un bando di 5 anni su una base di 8 mila euro l’anno (40 mila totali) comprensivo di utenze e manutenzione ordinaria e scadenza delle offerte entro 30 giorni. “Non è semplice creare un museo del cinema – ha concluso il sindaco Francesco Italia – è necessario organizzare anche attività collaterali e per questo sarà messa a disposizione anche la piazzetta, che così diventa uno spazio pubblico recuperato”.

“Ripetendo – ha detto il sindaco Italia – lo schema vincente già utilizzato per il museo dedicato a Leonardo da Vinci e Archimede di via Mirabella, riusciremo a rende fruibile un altro bene comunale senza spese per l’Ente ma, anzi, riscuotendo un canone e garantendone la conservazione. Un operazione culturale che arricchisce l’offerta della città e crea anche opportunità di lavoro”.

L’assessore Granata ha evidenziato come, “il Museo dei cinema sia un altro tassello di un progetto che cerca di decentrare le attività culturali in varie zone del centro storico. Esso si inserisce lungo un percorso espositivo che comincia, sempre in via Gargallo, con l’ex convento di San Francesco d’Assisi, consolidato contenitore di mostre di qualità, prosegue con l’ex chiesa dei Cavalieri di Malta e finisce con la storica sede del liceo classico, parzialmente riaperta e che potrebbe ospitare l’archivio fotografico di Angelo Maltese”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo