fbpx

Siracusa: Tenta Estorsione Alla Madre E Fugge In Piazza Adda

Piazza Adda ancora al centro di storie di violenza notturna. La bella piazza a ridosso di Corso Gelone è stata per molto tempo il luogo di incontro di spacciatori e tossicodipendenti, un posto dove i “giovani bene” potevano facilmente trovare la “robba” .

Per anni ha vissuto questa popolarità ed è stata affollatissima di giovani, un punto fermo dove incontrarsi. Poi gli equilibri sono cambiati: Ortigia ha recuperato “popolarità”. Piazza Adda è stata bonificata ma è rimasta, nell’immaginario comune di molti e soprattutto degli emarginati, un luogo notturno di ritrovo.

E lo è stata anche per Sebastiano D’Aquila, 42 anni, arrestato a Piazza Adda nelle prime ore del mattino da Agenti della Volante, per i reati di estorsione, guida senza patente ed in stato di ebbrezza.
La segnalazione partiva dalla sua famiglia. Gli Agenti erano intervenuti verso l’una nell’abitazione dell’arrestato chiamati dalla madre, la quale, stanca delle violenze del figlio Sebastiano, denunciava di essere stata minacciata e malmenata dal proprio figlio che continuava a pretendere delle somme di denaro.

In particolare in quest’ultima occasione, le aveva sferrato un violento calcio e si era fatto consegnare i soldi in suo possesso, fuggendo a bordo dell’auto del padre.
Iniziate le ricerche, Sebastiano D’AQUILA veniva intercettato dieci minuti dopo, a bordo dell’auto del padre, in Piazza Adda, in evidente stato confusionale e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Dopo l’ arresto è stato condotto presso la Casa Circondariale di Cavadonna.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo