In tendenza

Siracusa, tombini che scaricano in mare. Siam: “difficoltà scaturite dal maltempo”

Un residente in zona Arenella ha denunciato l'accaduto sollecitando le autorità competenti a intervenire. La replica del gestore

Situazione Insostenibile ancora nel 2021 che si scarichi a mare.” A dirlo è Giorgio Nanì La Terra, un residente in zona Arenella che per dare forza alla propria voce, ma soprattutto per cercare una soluzione ha inviato una Pec al Comandante della Capitaneria di Porto, alla Procura di Siracusa, al Comandante della Polizia Municipale e al Comandante della Polizia Ambientale.

Il residente tiene a precisare come quanto stia accadendo non sia una questione di un giorno o due ma pare si ripeta da anni. “Tempo addietro – dice – ho segnalato alle Autorità competenti la problematica e tramite il preziosissimo lavoro svolto dalla Capitaneria di Porto di Siracusa sembrava che il problema fosse stato risolto. Infatti sono stati avviati subito i lavori per debellare il problema di altri ben 5 tombini fognari. Tuttavia questo tombino, un po più lontano rispetto gli altri 5 del piazzale Arenella, è più nascosto ma anche molto più vicino al mare”.

Inoltre, secondo quanto ricostruito dal residente, il tombino si troverebbe in situazione di pericolo per la circolazione e l’incolumità, poiché sprofondato su se stesso e con la lastra di ferro obliqua e che sporge pericolosamente oltre il manto stradale.

In merito alla segnalazione Siam comunica che, a causa del perdurare delle avverse condizioni meteorologiche con insistenti piogge di questi giorni su tutto il territorio comunale, la rete fognaria e le centrali di sollevamento della città faticano a smaltire le acque meteoriche. Gli impianti sono oggetto di un enorme collettamento di acque meteoriche che va oltre la capacità di ricezione e, malgrado si presentino a intervalli di tempo durante i quali le precipitazioni meteorologiche si interrompono, la rete fognaria riceve le acque piovane che vengono lentamente drenate dalle strade e dalle campagne circostanti, quantità che va oltre la normale capacità di ricezione. Per questo motivo non è possibile stabilire quando terminerà tale fenomeno e quindi potrà verificarsi la fuoriuscita di acque piovane dai chiusini presenti lungo la strada in alcuni tratti della rete fognaria a gravità, sia della zona balneare (Fontane bianche, Ognina, Arenella, Fanusa, Plemmirio e Isola) sia cittadina. Il personale Siam resta comunque allertato e continua a monitorare sia le centrali di sollevamento liquame sia la rete fognaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo