In tendenza

Siracusa, torna “la Befana and Friends in smart working”

Durante la diretta tante sorprese per tutte e tutti e inoltre la premiazione dei vincitori e le vincitrici del "Concorso di Bruttezza" Miss Befana e Mister Befano 2022"

Le norme di distanziamento per combattere la pandemia, anche quest’anno non fermano gli appuntamenti più cari delle festività natalizie, torna infatti “La Befana and Friends in smart working” edizione 2022, in diretta sulla pagina Facebook dell’associazione “Astrea In Memoria di Stefano Biondo”, per intrattenere e giocare con tutte le bambine e i bambini che si collegheranno. L’evento facebook “La Befana and Friends in smart working”, organizzato dal Comune di Siracusa in collaborazione con l’associazione Astrea, è in programma domani, mercoledì 5 Gennaio, a partire dalle 18.

Durante la diretta tante sorprese per tutte e tutti e inoltre la premiazione dei vincitori e le vincitrici del “Concorso di Bruttezza” Miss Befana e Mister Befano 2022″ per partecipare al quale non ci sono limiti di età, basta inviare un disegno o una fotografia, entro e non oltre le ore 20,00 di martedì 4 gennaio 2022, tramite messaggio whatsapp, al 377 692 7890! “L’iniziativa, – tiene a sottolineare Rossana la Monica, presidente di Astrea – è il proseguimento di “Babbo Natale in Smart Working”, grazie al quale anche quest’anno abbiamo consegnato circa 300 “ceste d’amore” con beni di prima necessità e doni per i bambini delle famiglie in difficoltà. Domani invece sarà la volta della Befana che donerà tante calze piene di dolci e doni, cucite e realizzate dalle sarte volontarie che ci avevano già aiutato all’inizio della pandemia per preparare le mascherine. “Con Babbo Natale e la Befana in Smart Working – aggiunge La Monica – continua senza soste la nostra mission solidale in favore delle famiglie bisognose della città, sempre più provate dalla crisi e dalla pandemia. Come sappiamo bene, – conclude – il periodo delle festività natalizie evidenzia ancor di più il divario esistente tra le famiglie svantaggiate e il resto della cittadinanza più fortunata, in questo frangente ci piace pensare di aver donato con i nostri sforzi un sorriso in più”. Come ogni anno, l’evento è realizzato grazie al prezioso aiuto dei tanti volontari e delle tante volontarie di molte realtà cittadine del terzo settore.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo