In tendenza

Siracusa, Troppe richieste di accesso agli atti: l’Asp “blocca” Stefano Zito

Incessante, sistematica e senza precedenti sequenza di accesso atti, esercitata senza soluzione di continuità sin dal suo insediamento, che sta mettendo davvero a dura prova gli uffici, ormai impegnati da mesi in una estenuante ricerca di atti e di elaborazione dati”, con questa nota i vertici dell’Asp hanno risposto alle copiose richieste di accesso ai dati ricevute dal Deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Stefano Zito.

Il Deputato Ars, in qualità di vice presidente della Commissione Sanità replica affermando che proprio in qualità della sua veste non dovrebbero esserci problemi di alcun tipo nell’accedere agli atti, specificando di aver richiesto “gli atti di nomina dei primari, gli elenchi delle attrezzature non funzionanti e inutilizzate, la frequenza di utilizzo: tutti dati di cui ho bisogno per lavorare, perché se una tac viene utilizzata 2 volte a settimana e un’altra dieci al giorno la politica deve occuparsene”.

L’Asp dal canto suo vuole vederci chiaro sulla vicenda, e per questo ha momentaneamente annunciato la sospensione di ogni accesso agli atti per Zito, affermando che “E’ necessario un approfondimento giuridico intorno alla corretta applicazione dell’istituto di accesso agli atti”. Per Zito quella della sospensione è una notizia che certifica il suo “buon lavoro“.

Il Deputato Ars intanto ha spedito copia dell’ultimo sollecito ai vertici dell’azienda sanitaria siracusana, anche alla procura

(Video: Siciliauno)


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo