fbpx

Siracusa, un appartamento occupato abusivamente per spacciare droga: un arresto

Come già era successo in una precedente operazione di Polizia, gli Agenti, rimuovevano e sequestravano diverse telecamere e schermi/monitor che componevano un ingegnoso sistema di videosorveglianza posto a presidio dell’attività di spaccio

In Piazza San Metodio, gli Agenti della Squadra Mobile, a seguito di predisposti servizi di polizia giudiziaria, dovevano effettuare una perquisizione domiciliare in un’abitazione abusivamente occupata. Giunti sulla soglia dell’abitazione, gli Agenti notavano facilmente che la casa era stata blindata con robuste chiusure ma che dall’interno proveniva della luce.

Pertanto, visto che le difese non erano valicabili con gli ordinari mezzi, gli investigatori chiedevano l’aiuto dei Vigili del Fuoco che, grazie ai loro mezzi, riuscivano a tagliare la pesante porta in acciaio.

All’interno dell’immobile i Poliziotti sorprendevano un ragazzo, successivamente identificato in Umberto Attardo, giovane siracusano di 21 anni e, grazie al cane poliziotto “Maui”, rinvenivano e sequestravano numerose dosi di stupefacente ed, in particolare, 18 dosi di marijuana, 27 di cocaina e 30 di hascisc.

All’interno dell’abitazione, inoltre, si rinveniva vario materiale (carta alluminio, 3 bilancini di precisione) utilizzato per il confezionamento della droga e 130 euro in banconote di vario taglio, frutto dell’attività di spaccio.

Come già era successo in una precedente operazione di Polizia, gli Agenti, anche in questa circostanza, rimuovevano e sequestravano diverse telecamere e schermi/monitor che componevano un ingegnoso sistema di videosorveglianza posto a presidio dell’attività di spaccio, rimuovendo anche le difese passive dell’abitazione.  Il valore della droga sequestrata ammonta a circa 1000 euro e Attardo, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari. L’abitazione perquisita era stata già oggetto di altri interventi di polizia nei mesi scorsi, afferenti proprio il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti.

Infatti, come noto, la scorsa settimana, all’interno dello stesso immobile, i poliziotti avevano arrestato un altro giovane e rimosso il cancello in ferro posto nella porta di ingresso, le grate dalla finestra e sequestrato numerose telecamere ed un monitor collegato al sistema di videosorveglianza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo