Siracusa, un nuovo Telelaser e un altro street control per la Polizia Municipale

Palazzo Vermexio ha approvato l'impegno di spesa di 25 mila euro per avere in dotazione una seconda apparecchiatura

Un nuovo Telelaser per la Polizia Municipale di Siracusa e un secondo Street control. Lo scorso dicembre il Comune ha approvato l’impegno di spesa pari a 25 mila euro Iva compresa per l’acquisto del nuovo apparecchio. La Polizia Municipale in questo modo, avrà un secondo dispositivo per il rilevamento della velocità dei mezzi con documentazione fotografica.

Il Telelaser, quest’anno, è stato suo malgrado grande protagonista soprattutto in contrada Targia come deterrente all’alta velocità subito dopo un incidente mortale in cui perse la vita il giovane centauro, Gianluca Ruvioli. Il telelaser non è un autovelox e quindi non si limita ad un controllo sul punto in cui è piazzato ma è capace di seguire per oltre 500 metri una vettura.

Con l’acquisto di questo secondo strumento il Comune e la Municipale potranno incrementare i controlli, o in caso di guasto di un’apparecchiatura, averne una di “riserva” sempre a disposizione.

“Il nuovo Telelaser – dice l’assessore alla Polizia Municipale, Andrea Buccheri – è stato acquistato per due motivi importanti. Innanzitutto perchè lo strumento già in dotazione al Corpo della Municipale ha già qualche anno sulle spalle e non possiamo permetterci di non avere sempre un’apparecchiatura funzionante. Il secondo motivo sta nel fatto che questo nuovo strumento è più tecnologico del precedente: non ha necessità di un treppiedi a sostegno ma ha solo un puntatore a pistola. Ha le stesse caratteristiche e la stessa tecnologia ma è più maneggevole”.

Ancora da stabilire quando farà il suo esordio sulle strade siracusane, ma il nuovo strumento, così come il precedente, quando in funzione sulle strade che hanno come limite massimo quello dei 50km/h sarà ben segnalato con due cartelli posti a 120 e a 80 metri.

Ma questa non è l’unica novità. Perché il Comune ha anche deciso di noleggiare un secondo Street control. Lo strumento si è rivelato un ottimo deterrente per la sosta selvaggia in doppia fila, tanto da aver elevato quasi mille verbali solo nel primo mese. Così l’ente, che vuole espandere le zone di controllo tramite lo strumento tecnologico, ha deciso di affittare un secondo apparecchio. La ditta Helian ha presentato a Palazzo Vermexio un preventivo di 18 mila euro oltre Iva per il noleggio a partire dall’1 gennaio di un primo Street control. Somma che include la manutenzione e l’assistenza. E a questa ha proposto all’ente il noleggio, a partire da ottobre 2020 di un secondo apparecchio a “costo zero”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo