“Amori tossici”: al via la stagione teatrale al teatro Alfeo. Ne parliamo con Tuccitto e Mauceri

“Amori tossici”: al via la stagione teatrale al teatro Alfeo. Ne parliamo con Tuccitto e Mauceri

In tendenza

Siracusa, una latomia dagli scavi del nuovo supermercato in costruzione

Una grande struttura commerciale in via Matteo Beneventano del Bosco, angolo via Grottasanta. E per la Lidl, che sta realizzando il supermercato in zona, non è la prima volta

Emersi i resti di un’antica latomia nell’ambito dei lavori di realizzazione di una grande struttura commerciale in via Matteo Beneventano del Bosco, angolo via Grottasanta. E per la Lidl, che sta realizzando il supermercato in zona, non è la prima volta.

Quattro anni fa durante gli scavi per la realizzazione del punto vendita di viale Santa Panagia, infatti, venne portata alla luce una necropoli stimata risalente al IV secolo a.C. Vennero rinvenute e numerate oltre 125 tombe a fossa a inumazione singola, ricavate nella roccia calcarea e contenenti reperti di scheletri e corredi funerari che saranno conservati e studiati dalla Soprintendenza. Accanto al parcheggio, Lidl ha quindi realizzato un vero e proprio Parco archeologico creando dei percorsi illuminati per rendere fruibile parte della necropoli a tutti i cittadini. Inoltre, con il patrocinio del comune di Siracusa e della Soprintendenza sono state messe in sicurezza una parte delle tombe alle quali potranno accedere anche gli studenti.

Anche in questo caso, come allora, gli archeologi di Soprintendenza e il committente stanno proseguendo a scavare prima di dare corso all’attuazione del progetto definitivo delle opere di urbanizzazione primarie e secondarie. Le indagini sono in corso su strade e parcheggi complementari al supermercato e finora sarebbero emerse testimonianze archeologiche che non impedirebbero il proseguimento dell’opera privata. Le latomie, infatti, nell’antichità greco-romana erano cave di pietra che venivano anche usate come carceri.

Anche il Comune di Siracusa attende con interesse l’evolversi della situazione, perché in questo progetto rientra la realizzazione di una scuola nell’ambito del Pru (Piano di riqualificazione urbanistica) a carico dell’attuatore che si prende carico della riqualificazione urbana della zona: lì sorgerà una sezione di scuola elementare con 5 o 6 classi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni