fbpx

Siracusa, Vaccarisi (FI) sulla riapertura degli asili: “dall’amministrazione solo belle parole”

Il commissario cittadino di Forza Italia, non lesina critiche nei confronti dell'amministrazione comunale sul tema degli asili nido e dell'apertura di questi ultimi

Ancora una volta i proclami di quest’amministrazione e le belle parole non si tramutano in fatti concreti“. Gianmarco Vaccarisi, commissario cittadino di Forza Italia, non lesina critiche nei confronti dell’amministrazione comunale sul tema degli asili nido e dell’apertura di questi ultimi. Come scritto stamattina dalla nostra redazione, infatti, non tutti gli asili quest’anno apriranno i battenti.

Apprendiamo – prosegue – che regna ancora oggi totale incertezza e confusione per quanto riguarda l’apertura degli asili nido comunali, e che anzi l’unica certezza è la non riapertura degli asili Baby Smile di Via Regina Corte e l’Arcobaleno di Via Mazzanti. E dire che sicuramente l’amministrazione ha avuto parecchio tempo a disposizione per poter programmare interventi di messa in sicurezza nelle strutture, costrette ora a rimanere chiuse perché non idonee.”

Una situazione questa che per il rappresentante di Forza Italia striderebbe con le dichiarazioni dell’amministrazione comunale, “la quale – accusa Vaccarisi – al netto dell’emergenza Covid a più riprese si dichiarava convinta e sicura di aver superato tutte le criticità e di poter garantire un servizio entro metà Settembre e che oggi, invece, si vede per l’ennesima volta costretta a modificare il tiro. E tutto ciò neppure ci stupisce, non essendo certamente la prima volta che l’amministrazione dimostra di non seguire nessuna programma, ma di “vivere alla giornata “, e di non avere una visione chiara sulle misure necessarie per la nostra amata città”.

Il coordinatore cittadino di Forza Italia, inoltre, punta il dito anche contro l’apertura dei restanti 5 plessi che dovrebbe avvenire tra la fine del mese e i primi giorni di ottobre. “Questa non programmazione – ancora –  si ripercuote naturalmente sui genitori, che non sanno dove, quanto e addirittura se i loro figli saranno ricollocati in altri asili comunali. Insomma – conclude Vaccarisi – evidentemente per quest’amministrazione i nostri bimbi non meritano di iniziare l’asilo a metà settembre come gli altri nel resto di Italia, non costituendo questa tematica -come ampiamente dimostrato negli ultimi anni- una priorità per Sindaco e Giunta. Credo che la città meriti più fatti e meno proclami, più asili aperti nei tempi prestabiliti e meno passerelle.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo