Siracusa, vandali in azione (guarda il video) al Talete: “vecchie abitudini” mentre il Comune pensa a una nuova veste

Sbarre e parcometri divelti, il tutto mentre il privato ha avviato i lavori di riqualificazione della struttura che nelle intenzioni dell'amministrazione comunale dovrebbe diventare una nuova passeggiata sul mare

Tra continui atti vandalici e riqualificazione. Questa la doppia vita del parcheggio Talete, nel centro storico di Ortigia. Perchè se da una parte l’amministrazione, con il supporto di un privato, tenta di darle una nuova veste, dall’altra, gli imbecilli (perchè solo così possono essere chiamati), impediscono qualsiasi passo in avanti. Nei giorni a cavallo di Ferragosto sono state gravemente danneggiate due sbarre dei parcheggi: una al Talete (quella di uscita) e una al Molo Sant’Antonio.

Ma l’opera dei vandali nel parcheggio del centro storico non è finita qui: sempre tra il 14 e il 15 agosto sono stati totalmente distrutti due parcometri situati nella zona al momento priva di sbarre di accesso e uscita, forzati da qualcuno che volva rubare, ma non ci è riuscito, il denaro. Un danno per l’ente che tra la sostituzione delle macchine e i mancati incassi, può essere quantificato sui 20 mila euro circa. L’ultimo sfregio, in ordine di tempo, tre giorni fa. In questo caso, così come ripreso dalle telecamere di sorveglianza, due giovani, forse per un malfunzionamento del sistema che segnalava l’assenza posti liberi impedendo di fatto l’accesso ad altri mezzi, piuttosto che chiamare il numero Sos, hanno deciso di farsi giustizia da soli, mandando in mille pezzi la sbarra di accesso al parcheggio.

Purtroppo – commenta amaro il sindaco Garozzo – ancora oggi dobbiamo combattere con questa sparuta minoranza di cittadini che poco conoscono il senso civico. Stiamo visionando i filmati delle telecamere e una volta individuati i responsabili chiederemo loro conto del danno“. Proprio per quanto riguarda la videosorveglianza della struttura, l’amministrazione ha da poco aggiudicato una gara per il potenziamento del sistema di sicurezza, così da moltiplicare gli occhi elettronici nel parcheggio, per meglio monitorarlo e anche, purtroppo, per riuscire a venire a capo con maggiore facilità ai numerosi atti vandalici. Ma questi non sono gli unici lavori che interesseranno il Talete. Da qualche giorno, infatti, sono partite le prime opere di riqualificazione della parte superiore della struttura.

Tutti lavori a carico della Russotti che a seguito dell’approvazione di una delibera da parte del Consiglio comunale il 4 ottobre 2006 avente per oggetto variante urbanistica al Piano particolareggiato di Ortigia per cambio destinazione d’uso dell’immobile di via Riva della Posta da ufficio postale ad albergo. In base all’accordo, il privato, oltre al pagamento degli oneri d’urbanizzazione s’impegnava a un intervento per il completamento del Talete quantificabile in seicento mila euro. Al momento sono stati ripristinati alcuni pannelli di legno sulle panchine, alcuni canali pluviali sono stati messi in sicurezza e sono stati nuovamente installati alcuni pannelli che dovrebbero impedire alle piogge di allagare il parcheggio.

Ma l’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di dare un nuovo volto alla struttura. “I lavori – ancora il primo cittadino – dureranno un paio di mesi circa e la nostra intenzione è quella di creare un nuovo lungomare a disposizione della cittadinanza. Saranno installati dei giochi per i più piccoli, creando uno spazio tutto per loro, al momento assente nel centro storico. Insomma, il Talete diventerà un passeggio, illuminato e pulito correttamente per una piena riqualificazione dell’area e il ripristino di un nuovo spazio da vivere.”

Uno spazio che dovrebbe ripresentarsi anche più piacevole agli occhi, dato che si sta valutando la possibilità di coprire i pilastri di cemento armato con una sorta di “giardino verticale” composto da piante rampicanti. Questo però nel futuro, perché oggi il parcheggio è la preda preferita dei parcheggiatori abusivi, che sempre per Ferragosto hanno sfruttato il terrazzo per far parcheggiare una cinquantina di auto. Solo il pronto intervento della Polizia municipale ha evitato che accedessero altri mezzi, ma le operazioni di sgombero dell’area si sono protratte fino alle 2.30 della notte, con inevitabili multe inflitte agli automobilisti che avevano parcheggiato in palese divieto di sosta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo