Siracusa, venerdì e sabato convegno sulle sfide del futuro contro le malattie del fegato

Cinquanta esperti provenienti da tutta la Sicilia, ma anche dal resto d’Italia, si confronteranno nell’arco di sette sessioni su tutte le novità in campo per le cure delle malattie del fegato

Le sfide del futuro contro le malattie del fegato. I recenti progressi compiuti in campo diagnostico e terapeutico fanno dell’epatologia uno dei settori di maggior interesse in ambito medico. L’introduzione di farmaci in grado di eradicare l’infezione da epatite C (una delle principali cause di mortalità per cirrosi epatica e tumori del fegato in tutto il mondo) sta modificando la storia naturale di questa malattia. Di questo e altro, si discuterà il 6 e 7 dicembre, nelle sale del Grand Hotel Villa Politi di Siracusa, alla riunione annuale di Grecas, il Gruppo Epatologico Clinico Associativo Siciliano, di cui è presidente Maurizio Russello, epatologo dell’Arnas “Garibaldi” di Catania. Responsabile scientifico del congresso è il gastroenterologo Gaetano Scifo, direttore dell’Unità operativa complessa di Malattie infettive dell’ospedale “Umberto I” di Siracusa.

Cinquanta esperti provenienti da tutta la Sicilia, ma anche dal resto d’Italia, si confronteranno nell’arco di sette sessioni su tutte le novità in campo per le cure delle malattie del fegato. Sarà dato ampio spazio alla gestione della terapia dell’epatite C. Un’intera sessione sarà dedicata alla discussione dei risultati ottenuti dai vari centri epatologici siciliani dal 2015 ad oggi, nel trattamento dei pazienti con cirrosi epatica ed epatocarcinoma. Si parlerà anche di nuove terapie per la cura dell’epatite B e una sessione del congresso sarà dedicata alla gestione multidisciplinare della steatosi epatica correlata al diabete e all’obesità, diventata la prima causa di danno epatico nel mondo industrializzato.

“Anche quest’anno la riunione rappresenterà un momento di aggiornamento, confronto e condivisione di percorsi diagnostico-terapeutici tra le varie ‘anime’ di quanti si occupano della cura dei pazienti con malattie del fegato – sottolinea Gaetano Scifo – . Ci confronteremo con epatologi, gastroenterologi, infettivologi, internisti sulle novità in campo per la cura delle malattie croniche del fegato, che sono tra le prime cause di morbilità e mortalità in Italia, in particolare nelle fasce d’età più avanzata. Le opzioni terapeutiche di cui oggi disponiamo sono numerose ed efficaci, ma solamente una strategia di sistema tra medicina del territorio e centri di riferimento permetterà di migliorare la cura dei pazienti per questo tipo di patologie”. Nel corso del convegno verranno rinnovate le cariche direttive del Grecas.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo