fbpx

Siracusa, Ztl in Ortigia: avviata una verifica sulla concessione dei pass

Oggi si punta a tagliare il numero dei permessi rilasciati e, dunque, a ridurre l'impatto della auto sul centro storico

L’amministrazione comunale, su iniziativa dell’assessore alla Mobilità e trasporti, Maura Fontana, ha avviato una verifica generalizzata sul sistema di concessione dei pass per la zona a traffico limitato di Ortigia. L’iniziativa, concordata con il sindaco, Francesco Italia, e in collaborazione con l’assessore alla Polizia municipale, Andrea Buccheri, in passato è stata realizzata in modo parziale. Oggi si punta a tagliare il numero dei permessi rilasciati e, dunque, a ridurre l’impatto della auto sul centro storico.

“Non faremo nulla di particolarmente eclatante – commenta l’assessore Fontana – ma ci limiteremo a una più rigorosa osservanza dei provvedimenti emessi nel rispetto stesso degli obiettivi che si vogliono raggiungere con l’istituzione di una Ztl. Ciò che è certo è che il numero dei permessi è troppo alto in rapporto ai residenti e alle attività che insistono su Ortigia e abbiamo già rilevato che le autorizzazioni non vengono utilizzate in modo corretto. In ogni caso, se si dovesse arrivare a delle revoche, rimborseremo il costo per i permessi in rapporto all’utilizzo effettuato”.

La verifica è alle prime battute e l’attenzione per adesso è rivolta ad alcune categorie: alle ditte di impiantistica che effettuano periodicamente interventi nei palazzi di Ortigia e che hanno la disponibilità del pass per l’intero arco dell’anno; ai fornitori delle attività commerciali che non rispettano gli orari di consegna, limitati alle prime ore del mattino e, comunque, non oltre le 11 dei giorni feriali; e ai residenti di Ortigia che abitano fuori dalla Ztl.

“Vivere nella Ztl – conclude l’assessore Fontana – comporta dei disagi che però non devono essere aggravati da un utilizzo improprio delle autorizzazioni. Valuteremo le esigenze delle diverse categorie ma è certo che una migliore regolamentazione è ormai necessaria”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo