In tendenza

Solarino, amministrative 2022: via al toto candidato. Due donne (forse) fra gli aspiranti alla fascia tricolore

Mentre alcuni gruppi hanno già mostrato le proprie carte, altri stanno ancora lavorando per trovare l'accordo che li porterà alle elezioni del prossimo anno

Con le luci di Natale a Solarino si è acceso anche il toto candidato. Nei bar è tutto un vociare di nomi e numeri (di voti) di questo o quell’altro aspirante sindaco (quasi tutti solo presunti ancora). Solo una la certezza per ora: a maggio finirà il ciclo dell’amministrazione Scorpo, dieci anni di governo cittadino dopo i quali non è ancora nemmeno ipotizzabile ciò che accadrà.

Alcuni hanno già mostrato le proprie carte, come Peppe Germano che da tempo ha annunciato la sua candidatura a sindaco e reso nota l’alleanza con Michele Gianni. I due, sconfitti alle urne 4 anni fa, hanno deciso di fare squadra, sostenuti da una parte di quelli che li hanno appoggiati nella scorsa tornata elettorale (compreso l’ex sindaco Pietro Mangiafico) più alcuni “nuovi” sostenitori.

Per il resto non ci sono ancora nomi ufficiali o accordi decisi, anzi, i ben informati parlano di una “brusca frattura” nel gruppo che sostiene il sindaco Scorpo, causata proprio dal nome del candidato che, sempre secondo le indiscrezioni, una parte avrebbe individuato in una donna, l’ex dirigente comunale Paola Lonero, un’altra nell’ex assessore e vicesindaco Sebastiano Montalto, vicino all’attuale primo cittadino sin dal primo giorno del primo mandato. Questi nomi, però, non sarebbero gli unici due in lizza per la candidatura, anzi, il gruppo starebbe lavorando per trovare quello che mette tutti d’accordo cosa che, al momento, sembra lontana. “Dieci anni di lavoro non possono essere dimenticati – afferma – e se è necessario occorre fare un passo di lato per il bene della comunità. In una squadra ci sono tanti ruoli e tutti sono indispensabili”.

Di nomi di donna, in verità, a Solarino ne circola anche un altro: quello dell’assessore alla Cultura del comune di Floridia Paola Gozzo, che qualcuno vorrebbe già candidata con un gruppo formato non da simboli di partito ma dai loghi di varie associazioni locali, mentre i soliti ben informati sostengono che la Gozzo, in realtà, abbia solo espresso la propria disponibilità a lavorare per la propria cittadina, al di là di eventuali incarichi all’interno dell’amministrazione comunale.

Ci vorrebbe riprovare, pare, anche Salvo Oliva, dopo la sconfitta elettorale di 4 anni fa, sembra pronto a candidarsi di nuovo con un gruppo in parte rinnovato rispetto all’ultima volta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo