fbpx

Solarino: Finge Incidente Stradale Per Estorcere Denaro

Sabato scorso alle prime ore del mattino CRESCIMONE Vincenzo, 27enne priolese, coniugato e già noto alle forze dell’Ordine, è finito in carcere per una tentata estorsione.

Dopo aver simulato un incidente stradale (rottura dello specchietto retrovisore dell’automobile), fermava l’autovettura guidata da una donna, tentando di farsi consegnare, una somma di denaro pari a € 116, a “risarcimento” del fittizio danno subito.

Non era una grossa cifra ma il “puzzo di truffa” era troppo forte sostenuto anche dal modo di fare minaccioso e violento. La signora chiamava il marito in aiuto e questi, compresa immediatamente la natura dolosa della richiesta, avvertiva la Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa.

Con l’aiuto telefonico degli operatori del 112 che rimanevano in linea, le vittime, su suggerimento quindi dei Carabinieri, intrattenevano l’uomo ed accettavano di pagare il danno fingendo di dover raggiungere lo sportello bancomat del vicino Istituto di credito di Solarino per prelevare la somma necessaria.

Davanti alla banca erano già appostati i militari della locale Stazione coadiuvati da quelli della Tenenza di Floridia. Crescimone Vincenzo veniva arrestato in flagranza del reato di tentata estorsione.

A seguito di perquisizione, gli veniva trovato addosso un coltello a serramanico del genere vietato, che è stato sottoposto a sequestro. Dunque, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Siracusa, dopo le formalità di rito.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo