fbpx

Solarino, Natale di riciclo e condivisione con AttivaMente: domenica presepe green e cena in piazza

Il presepe, oltre a essere un’autentica opera d’arte, racchiude in sè l’eccezionale valore educativo che deriva dall'essere realizzato dai bambini con materiali riciclati

L’Associazione AttivaMente, nell’ambito delle proprie finalità con una propensione maggiore a quello che è il tema dell’educazione ambientale, ripropone anche quest’anno il tradizionale laboratorio natalizio sul ri-uso/ri-ciclo denominato, per l’appunto, “RicicLAB Natalizio” che ha lo scopo di diffondere fra i bambini, ma anche fra i più grandi, una buona educazione civica ed ecologica e di coinvolgerli nelle tematiche del riciclo e dell’ambiente. In concreto, il RicicLAB consentirà a grandi e piccini, di creare vere e proprie opere d’arte, utilizzando oggetti e materiali destinati, altrimenti, al bidone della spazzatura.

“Quest’anno abbiamo pensato di far cimentare i partecipanti nella realizzazione di un presepe green – spiegano i responsabili dell’associazione -. Il presepe non è solo la rappresentazione del Natale, ma è anche uno dei simboli della nostra cultura e della tradizione. Realizzare una simile opera attraverso il “RicicLAB”, significa per noi di “AttivaMente”, puntare a valorizzare la creatività, sensibilizzando allo stesso tempo su tematiche importanti”.

Il presepe che verrà realizzato, verrà mostrato alla cittadinanza giorno 8 dicembre dalle 20 in poi, dentro la Chiesa Madre di Solarino, dove sarà possibile ammirarlo fino alla fine delle festività. Il presepe, oltre a essere un’autentica opera d’arte, racchiude in sè l’eccezionale valore educativo che deriva dall’essere realizzato con materiali riciclati.

Durante la serata di domenica 8 dicembre e sempre a partire dalle 20, inoltre, AttivaMente, riproporrà, inoltre, la “Cena Condivisa”, offrendo così alla cittadinanza, per il secondo anno consecutivo, un buon piatto di pasta sul sagrato della Chiesa Madre. Il tutto sempre con un occhio all’ambiente, nell’ottica della campagna di sensibilizzazione “plastic free”, chiedendo la collaborazione a quanti vorranno partecipare, che dovranno portare con sé, oltre a “panza e prisenza”, anche piatto e forchetta così da ridurre, per l’appunto, l’uso di plastica.

“Naturalmente ci faremo trovare pronti con degli appositi contenitori di carta per coloro che dimenticheranno a portare con sé piatto e forchetta da casa” concludono da AttivaMente.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo