In tendenza

Solarino, post ironico sulle giornate di orientamento a scuola: sanzione disciplinare per una prof

La dirigente contesta alcuni post pubblicati alla docente ritenendo che questi abbiano denigrato il personale della scuola e siano stati lesivi dell’immagine dell’amministrazione scolastica

Ha ricevuto una sanzione disciplinare dalla dirigente per aver pubblicato un’immagine forse troppo ironica su Facebook. È successo a una professoressa a Solarino, che si è vista addebitare dalla dirigente scolastica dell’istituto comprensivo una contestazione di addebito per il venire meno degli obblighi della prestazione lavorativa previsti nel Ccnl scuola attraverso l’utilizzo improprio del canale social.

La dirigente – come riporta il quotidiano di settore “La tecnica della scuola” – contesta alcuni post pubblicati a novembre del 2019 dalla docente ritenendo che questi abbiano denigrato il personale della scuola e siano stati lesivi dell’immagine dell’amministrazione scolastica invitando la docente, nei primi giorni di gennaio 2020, a presentarsi in presidenza per il contraddittorio o, in alternativa, di fare pervenire, entro la data di convocazione, una memoria difensiva a sua discolpa.

Il post incriminato non è stato scritto dalla docente ma solo condiviso dalla pagina Facebook “Se i quadri parlassero come i Docenti” e non presentava volgarità, tanto che la prof ha cercato di chiarire: “quando si rappresenta simbolicamente una scuola con il quadro di una battaglia, ci si riferisce essenzialmente al duro combattimento che ogni giorno centinaia di docenti ingaggiano con i propri alunni, al fine di educarli e impartire loro un’istruzione degna. Ovviamente. Tanto dovevo chiarire e ho chiarito“.Voleva evidenziare alcune criticità e realtà del sistema scolastico autonomo, riguardanti l’organizzazione del lavoro interno e l’immagine delle scuole italiane quando sono impegnate a fare orientamento. Si è presa una reprimenda.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo