In tendenza

Solarino: Rissa Con “Arma”…Da Olio Bollente

Calci, pugni e olio bollente usato come arma. Questa è la scena che si sono trovati ad affrontare i Carabinieri della Tenenza di Floridia e della Stazione di Solarino intervenuti dopo che era giunto sul 112 l’allarme per una rissa in atto presso la casa di accoglienza dell’associazione Santo Stefano di Solarino.

All’arrivo dei militari lo scontro era ancora in atto, ma il pronto intervento ha consentito di riportare presto la calma.
All’origine dello scontro pare potrebbero esserci pregressi dissidi fra i tre giovani extracomunitari coinvolti e forse anche la diversa etnia. Sta di fatto che nel pomeriggio di ieri improvvisamente è scoppiato il litigio nel corso del quale è stato usato anche dell’olio bollente che, per fortuna, ha colpito solo marginalmente il braccio di uno dei coinvolti.

I Carabinieri hanno fermato i tre giovani e dopo averli condotti presso il pronto soccorso per le cure del caso (ne sono usciti con prognosi fino a sette giorni) li hanno dichiarati in arresto: per loro l’accusa è di rissa aggravata. Si tratta di Okoro Stevan, 23enne nigeriano, Cumar Mohamed, 21enne somalo e Arab Mohamed, 24enne somalo. Per i tre si sono aperte le porte del carcere di Cavadonna, in attesa di comparire davanti al Tribunale di Siracusa per la convalida.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo