In tendenza

Sos Siracusa ha tenuto stamani una conferenza per il rinnovo del vincolo ambientale della Pillirina

In data odierna si è tenuta una conferenza da parte di SOS Siracusa, per sollecitare il rinnovo del vincolo ambientale della Penisola della Maddalena:

Il 29 luglio del 2011 l’Assessorato Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente emetteva il decreto di vincolo biennale sull’area di “Capo Murro di Porco e della Penisola della Maddalena” dando avvio all’iter che avrebbe dovuto condurre, entro due anni, all’istituzione della omonima riserva naturale orientata. Si trattava di una grande vittoria per il movimento ambientalista e per tutte le associazioni e i cittadini che attraverso SOS Siracusa si erano battuti perché uno dei tratti della costa più belli del mondo, tra i pochi di Siracusa risparmiati dall’abusivismo e dalla speculazione edilizia, venisse deturpato dalla costruzione di una grande struttura ricettiva.

A pochi giorni dalla scadenza del vincolo biennale non solo non è stata ancora completata la procedura per la modifica del Piano Regionale dei Parchi e delle Riserve Naturali, necessaria al fine di istituire la riserva naturale ma l’Assessore non ha ancora rinnovato per altri due anni il vincolo, come previsto dalla legge regionale n. 98/81. Se ciò non avverrà la tutela della “Pillirina” verrà messa in serio pericolo!

La sensazione è che, senza esprimersi palesemente contro la tutela dell’area, si voglia lasciare decadere il vincolo e mettere la città di fronte al fatto compiuto, lasciando campo libero alle mire speculative sui terreni adiacenti alla fascia costiera. Non può sfuggire come in questi stessi giorni stiano crescendo le pressioni affinché si modifichino la perimetrazione e la zonizzazione della riserva, allo scopo di consentire l’edificazione dell’area. L’argomento utilizzato è il seguente: sì riserva purché si consenta la costruzione del villaggio turistico.

Sia chiaro, una volta per tutte: tutela della “Pillirina” e costruzione del villaggio turistico sono radicalmente incompatibili! Non a caso il Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale (C.R.P.P.N.) ha rigettato tutte le osservazioni proposte dai privati di riduzione dell’area di riserva in quanto contrarie alle finalità istitutive di tutela e promozione del sito, inadeguate al valore geologico, geomorfologico, naturalistico e paesaggistico dello stesso e quindi contrasto con la legge.

C’è chi asserisce che il progetto vada fatto, perché non si può dire no a tutto. Noi siamo convinti che viviamo in una provincia che, al contrario, non ha mai detto di no, dicendo SI all’invasione industriale senza controllo, SI all’abusivismo edilizio che ha invaso tutte le coste di Siracusa, dall’Isola, al Plemmirio fino a Fontane Bianche; SI allo scempio dell’Epipoli, di Tremilia, del Villaggio Miano, SI a tutti i centri commerciali che hanno saccheggiato la città e così via. Oggi dopo tre anni siamo ancora qui a discutere di un NO, anzi di un SI all’istituzione definitiva della Riserva del Plemmirio che, come Vendicari o Lo Zingaro, permetterebbe di attrarre Turisti da ogni dove. Una perla davanti Siracusa, raggiungibile anche tramite l’istituzione di un semplice servizio di navetta via mare o terra, che ogni Hotel, B&B o Ostello, potrebbe vantare e promuovere nella propria offerta turistica, aumentando anche la durata della permanenza del turista a Siracusa e quindi i relativi introiti. Questo per noi è lavoro, questa è per noi economia.

Il Sindaco di Siracusa, tutti i componenti della Giunta, alcuni deputati nazionali e regionali e l’Assessore regionale ai beni culturali si sono espressi in favore dell’istituzione della riserva secondo la perimetrazione originaria e sottoscrivendo la petizione on line di Sos Siracusa hanno chiesto il rinnovo del vincolo biennale sull’area in questione: http://www.sos-siracusa.org/petizioni/1/9/03-07-2013/rinnoviamo-il-vinco…. Ne siamo contenti. Ora però chiediamo che dalle parole si passi ai fatti e che l’Amministrazione comunale – Sindaco in testa – chieda formalmente all’Assessore Lo Bello di rinnovare immediatamente il vincolo e di completare in tempi brevi la procedura istitutiva della riserva.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo