In tendenza

“Sulle orme di San Paolo”: a Solarino alla scoperta del pozzo con acqua sorgiva

Nell’ambito del progetto lo Sport Siamo Noi, promosso da Aics Siracusa in collaborazione con il comune di Solarino e l'Associazione Attivamente

Malgrado il caldo, 37 gradi, tanta partecipazione per la giornata dedicata all’ attività integrata denominata “Sulle orme di San Paolo” nell’ambito del progetto lo Sport Siamo Noi, promosso da Aics Siracusa in collaborazione con il comune di Solarino e l’Associazione Attivamente.

Ragazzi, genitori ed educatori coinvolti nel progetto sono andati alla scoperta del Pozzo di San Paolo per la presenza di un pozzo alimentato da acqua sorgiva sulla cui provenienza vennero costruite delle leggende che fanno riferimento al passaggio da quella zona durante il trasferimento dall’Egitto a Roma di San Paolo Apostolo, venerato patrono del paese.

In questo luogo era stata edificata una piccola Chiesa che, dopo il trasferimento delle poche famiglie che l’abitavano nell’attuale centro abitato dove era stato costruito un altro luogo di culto più bello e più grande, la vecchia Chiesa rimase abbandonata, ed andò in rovina, fino a scomparire del tutto e a lasciare di se soltanto il ricordo e l’area dov’era stata edificata. La leggenda vuole che nei pressi del pozzo sostasse San Paolo, prigioniero dei romani, nel suo viaggio dall’Egitto verso Roma, passando per Malta.

Presenti il presidente provinciale Aics Siracusa, Lino Russo, la responsabile attività integrata Deborah Di Caro e lo staff dell’Associazione Attivamente con in testa Vincenzo Vitale. “Ringrazio tutti per l’ impegno profuso – ha commentato il presidente provinciale di Aics Siracusa Lino Russo – con il progetto lo Sport Siamo noi, oltre all’ aspetto ludico motorio ci prefiggiamo di far conoscere alle nuove generazioni la bellezza del nostro territorio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo