In tendenza

Supplica al Papa per il ritorno di Santa Lucia a Siracusa e l’appello a chi risiede altrove “Tornate qui il 13 dicembre”

Questo l'appello di un cittadino, Francesco Candelari, che si rivolge ai siracusani che vivono in Italia chiedendo loro di tornare in città il 13 dicembre, giorno della festa di Santa Lucia

“Non abbandoniamo la nostra Santa Patrona”. Questo l’appello di un cittadino, Francesco Candelari, che si rivolge ai siracusani che vivono in Italia chiedendo loro di tornare in città il 13 dicembre, giorno della festa di Santa Lucia

“Manca meno di un mese alla festa di Santa Lucia e io desidero fortemente lanciare un appello a tutti i siracusani che vivono in Italia e nel mondo: ritornate! – dice Candelari – Tornate in massa per rendere omaggio alla nostra Santa dopo quasi tre anni passati tra pandemia, crisi economica e guerra. Camminiamo ogni giorno sull’orlo dell’abisso, sfiorando ogni giorno un’apocalittica guerra nucleare e abbiamo ora più che mai bisogno di speranza. Dimostriamole il nostro amore, facciamole vedere che abbiamo capito che in tutti questi mesi oscuri, Lei non ci ha mai abbandonato. Nel mio piccolo, rivolgerò tramite missiva, come ogni anno, la mia supplica per il ritorno delle sue sacre spoglie mortali. Tale messaggio sarà inviato, per conoscenza, ai governatori del Veneto, della Sicilia e alle più alte cariche istituzionali per sensibilizzare le loro coscienze affinché possano intervenire fattivamente per il suo definitivo ritorno.”

“Non lasciatela sola, non lasciatela mai sola. Ritornate a casa, anche per un solo giorno, ma ritornate. – conclude W la nostra Santa! W Santa Lucia per sempre”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo