In tendenza

Tampone a domicilio negato a bimbo di Floridia, l’Asp corre ai ripari

Il caso era stato sollevato da Renzo Spada, segretario territoriale Siracusa Fsi-Usae e consigliere comunale

Tampone effettuato a domicilio al bambino positivo al Covid e alla mamma. Si chiude così la vicenda denunciata, questa mattina, da Renzo Spada, segretario territoriale Siracusa Fsi-Usae e consigliere comunale di Floridia.

Lo stesso Spada, dopo aver portato il caso all’attenzione pubblica, chiarisce: “Ieri sera stesso ho avuto modo di interloquire con il responsabile per il Covid dell’Asp di Siracusa il quale, appena saputo dell’accaduto, si è prontamente attivato per garantire una tempestiva risoluzione del problema per la famiglia cui era stato negato il servizio domiciliare di tampone nell’impossibilità di potersi recare all’ex Onp di Siracusa”.

“Stamane – continua Spada – la famiglia mi ha informato che i sanitari dell’Asp si sono recati nel loro domicilio per effettuare il tampone al bambino e alla madre”.
“Mi ritengo soddisfatto – conclude– che si sia risolto tutto per il meglio e in maniera tempestiva e spero che questo resti un caso isolato che non si ripeta in futuro e serva da monito per garantire sempre un corretto operato da parte degli operatori sanitari a tutte quella famiglie che oggi vivono questa emergenza con difficoltà.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo