fbpx

Tenta invano la fuga sui tetti, arrestato il secondo autore della rapina a un club privè di Carlentini

Scandurra è stato rintracciato ieri pomeriggio in un’immobile sito nel quartiere Santa Maria Vecchia, a seguito di un’attenta attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa

Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini e della Squadra Mobile, nel pomeriggio di ieri, dopo circa tre mesi di ininterrotte indagini, hanno rintracciato ed eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, unitamente a decreto declaratorio di latitanza, nei confronti di Alfio Scandurra.

Lentinese di 29 anni, irreperibile per sottrarsi alla misura, emessa in relazione al reato di rapina aggravata dall’uso delle armi in concorso ai danni di un club privè di Carlentini, commessa il 2 novembre, unitamente al suo complice, Marino Damiano, già tratto in arresto, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari.

Scandurra è stato rintracciato ieri pomeriggio in un’immobile sito nel quartiere Santa Maria Vecchia, a seguito di un’attenta attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica deil Tribunale di Siracusa.

L’uomo, nonostante il tentativo di fuga attraverso i tetti delle abitazioni vicine, è stato arrestato dagli Agenti che avevano cinturato la zona e condotto nella casa circondariale di Cavadonna.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo