fbpx

Trasferimento del Caravaggio: c’è l’accordo tra Sgarbi, Granata e Samonà. Il critico sarà ospite a Siracusa

Samonà, Sgarbi e Granata tutti d'accordo sul riposizionare l'opera in Borgata per riqualificare la zona

Manca solo il parere dell’Istituto nazionale del restauro e della Sovrintendenza per far partire il Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio da Siracusa al Mart di Rovereto, per una mostra che dovrebbe partire in autunno.

All’accordo Siracusa-Rovereto si è arrivati anche grazie alla proposta di Fabio Granata, assessore alla Cultura del Comune di Siracusa. Granata, dopo un primo “No” tuonato assieme al sindaco Francesco Italia, ha chiesto di effettuare il restauro, finanziato dal Mart, nel capoluogo aretuseo con un “evento aperto” ai cittadini e ai viaggiatori, per poi avere in cambio uno o più capolavori di arte moderna della ricchissima collezione del Museo Trentino. Proposta che pare abbia messo tutti d’accordo.

Disco verde dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, presidente del Mart: l’istituto si farà carico anche della realizzazione di una teca in vetro per trasportare l’opera in sicurezza. Parere positivo anche dalla Regione Siciliana.

“È chiaro che l’obiettivo finale è riposizionare il quadro nella sua sede naturale, in Borgata, al fine di riqualificare l’area all’interno di un progetto più ampio” – ha detto Alberto Samonà, assessore regionale ai Beni culturali.

Critiche tutte le posizioni sull’attuale collocazione del dipinto, nella chiesa di San Sebastiano, in piazza Duomo. I motivi sono da ricercare nelle condizioni ambientali del posto che pare abbiano contribuito a una macchia di umido nella parte posteriore dell’opera.

In termini di turismo culturale, Samonà ha poi ribadito l’esigenza di ripensare a una sorta di circuito dei Parchi archeologici, pensando una vera e propria autonomia e puntando, su Siracusa, anche alle visite notturne.

Infine, l’assessore Granata ha anticipato alcune iniziative culturali previste a Siracusa, nella stagione estiva, tra cui una lezione tenuta proprio da Vittorio Sgarbi, il quale ha ribadito da sempre il suo amore per Siracusa. Anche nel post Covid, quindi, Siracusa è pronta per rinascere nel segno della cultura.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo