fbpx

In Sicilia 1.726 attuali positivi e 95 guariti

Vertice prefettizio a Siracusa, “fare sistema per proteggere aziende, lavoro e consumatori”

Linee strategiche concordate ieri mattina durante la Conferenza delle Autorità di Pubblica Sicurezza delle provincie di Catania e Siracusa

Fare sistema per dare risposta ai cittadini, proteggere la produzione e il lavoro e rendere un servizio adeguato. Queste, ma non solo, le linee strategiche concordate ieri mattina durante la Conferenza delle Autorità di Pubblica Sicurezza delle provincie di Catania e Siracusa, convocata dal Prefetto di Catania e tenuta nella sede della Prefettura di Siracusa. Durante la mattinata si è posta l’attenzione dello Stato alle condizioni generali del territorio ricordando l’accesso di qualche giorno fa al mercato ortofrutticolo di Catania, quando sono stati effettuati ingenti sequestri. Ciò a dimostrazione di un controllo sul territorio ma anche sull’intera filiera di vendita, per la garanzia dei prodotti e a tutela del consumatore.

Alla fine è stato stabilito di intensificare i servizi di prevenzione e controlli dei territori, di attivare un sistema di video sorveglianza per ampliare la conoscenza delle zone sensibili (grazie al Pon legalità) anche in ambito rurale. Per tale motivo è stato costituito un gruppo di lavoro, al quale partecipano anche le Forze dell’Ordine, per tracciare una mappatura dei territori che servirà per una capillare vigilanza nei territori di Lentini, Carlentini e Francofonte (a maggior ragione dopo il duplice omicidio nella piana di Catania), contigui a quelli catanesi già mappati. Ma in prospettiva si prevede l’implementazione del servizio anche nella zona sud della provincia.

Sono stati previsti quindi controlli su strada, sulla vendita abusiva e nei mercati per innalzare il livello di sicurezza del consumatore e riequilibrare il mercato rispetto alla concorrenza sleale. Un sistema già sperimentato a Catania e che sarà adottato anche in provincia di Siracusa.

Ruolo fondamentale, infine, destinato alle associazioni di categoria per ricondurre la vigilanza della proprietà privata in un sistema legale sotto il controllo delle autorità di pubblica sicurezza, coinvolgendo le guardie particolari giurate, sottoposte alla direzione tecnica del Questore.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo