Carlentini, fugge all’alt, si schianta contro una saracinesca e inveisce contro i Carabinieri supportato dai genitori: tutti denunciati

Il minore rialzatosi da terra inveiva nei confronti dei militari operanti, venendo supportato anche da alcuni cittadini in transito su quella via  e dai genitori M.S., di 36anni, e C.L.S., di 31anni

servizio-controllo-carlentini-repertorio

I Carabinieri della stazione di Carlentini, nella serata del 14 novembre scorso, in via Scavonetti, durante un predisposto servizio di controllo del territorio, pianificato dal comando della compagnia Carabinieri di Augusta, avvistando un motociclo in transito, presumibilmente guidato da un ragazzo di minore età, procedevano ad intimare l’Alt nei confronti del relativo conducente, ma quest’ultimo alla vista dei militari si dava a precipitosa fuga. I militari prontamente cercavano di raggiungere il fuggitivo che dopo aver percorso pochi metri andava a impattare contro una saracinesca di una privata abitazione.

Il motociclista, successivamente identificato nel minore M.S., di 16 anni, veniva dunque avvicinato dai militari dell’Arma che procedevano immediatamente a richiedere l’intervento del personale sanitario dell’Ospedale Civile di Lentini. Il citato minore rialzatosi da terra inveiva nei confronti dei militari operanti, venendo supportato anche da alcuni cittadini in transito su quella via  e, successivamente, anche dai genitori del ragazzo  M.S., di 36anni, e C.L.S., di 31anni, giunti repentinamente sul posto. Il giovane motociclista, giudicato guaribile in giorni 5 a seguito delle escoriazioni riportate dalla caduta in moto, veniva deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria minorile per i reati di resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, mentre i genitori venivano denunciati all’autorità giudiziaria ordinaria per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale. Inoltre i militari dell’Arma procedevano a sanzionare ai sensi del codice della strada all’autorità amministrativa competente il citato minore per “inottemperanza all’Alt”, per “guida senza casco” e per “guida senza patente”, oltre a segnalarlo quale assuntore di sostanze stupefacenti a seguito del rinvenimento e sequestro, all’interno del suo motociclo,  di un grinder con traccia di sostanza stupefacente tipo “marijuana”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo