Scuola: ex Cococo, il 26 luglio a Siracusa incontro della Flc Cgil Sicilia

Per richiamare l’attenzione del Parlamento sulla situazione di questa categoria di dipendenti della scuola costretta a lavorare part time per uno stipendio che non supera i 670 euro

ne-precari-ne-ata

“Né precari né Ata. Gli ex Cococo del Miur incontrano le istituzioni”. È questo il tema dell’incontro organizzato a Siracusa il prossimo 26 luglio dalla Flc Cgil provinciale, per richiamare l’attenzione del Parlamento sulla situazione di questa categoria di dipendenti della scuola costretta a lavorare part time per uno stipendio che non supera i 670 euro.

All’evento parteciperanno il presidente della 7^ commissione Istruzione della Camera dei Deputati, Luigi Gallo, la componente della stessa commissione, Maria Marzana, la responsabile politiche scolastiche del Partito democratico, Camilla Sgambato, il segretario regionale della Flc Cgil Sicilia, Adriano Rizza, e il segretario provinciale della Flc Cgil di Siracusa, Paolo Italia. L’iniziativa si terrà alle 16.30 all’Auditorium dell’Istituto “A. Gagini”, via Piazza Armerina 1 (angolo viale Scala Greca).

“La loro – spiega Paolo Italia – è una storia paradossale. Da precari avevano un monte ore maggiore e quindi uno stipendio maggiore. Con la stabilizzazione, invece, i loro contratti sono stati dimezzati. Da allora abbiamo chiesto al governo e al Parlamento di sanare questa ingiustizia, ma nulla è stato fatto. Pertanto chiediamo alla politica una legge che adegui le loro condizioni professionali ed economiche a quelle di tutti gli altri dipendenti della scuola”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo