Siracusa, parte un colpo di pistola durante un inseguimento: in coma una guardia giurata

paramedici Immagine di repertorio

L'uomo stava scendendo dall'auto di servizio per verificare dei movimenti sospetti, quando l'arma d'ordinanza ha sparato all'improvviso e il proiettile lo ha colpito alla testa

Ferito a lavoro dalla sua stessa arma, è ora in coma nel reparto di rianimazione dell’ospedale Umberto I. Vittima di quello che sarebbe stato solo un assurdo incidente è una guardia giurata, Massimo Calogero Giuliana, che questa notte, intorno all’una, è rimasto ferito mentre scendeva dall’auto di servizio.
Durante un controllo nella zona industriale di Augusta in contrada Sabuci, l’uomo aveva notato alcuni movimenti sospetti e insieme con il collega era andato a controllare. Al momento di scendere dall’auto di servizio, ha impugnato l’arma d’ordinanza, che aveva appena armato, e per motivi ancora da chiarire è partito un colpo che lo ha trafitto in testa. Giuliana è stato immediatamente soccorso dal collega che ha chiamato il 118. Trasportato d’urgenza all’Umberto I e sottoposto nella notte a un intervento chirurgico, è entrato in coma già in sala operatoria e i medici si sono riservati la prognosi ma la situazione appare critica.
Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Marco Di Mauro, sono nelle mani dei Carabinieri della Compagnia di Augusta che hanno ricostruito la dinamica dei fatti e, dai rilievi compiuti sul posto e in base alle testimonianze raccolte, non ci sarebbero altre piste da verificare: si tratterebbe di un tragico incidente. Non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati, proseguono comunque gli accertamenti per stabilire cosa abbia fatto partire il proiettile.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi