Siracusa, una pistola con matricola abrasa in casa: arrestato

Ulteriore verifiche tecnico-balistiche verranno effettuate sull’arma clandestina rinvenuta, per accertare se sia stata utilizzata o meno in passato per fatti delittuosi

pistola-guzzardi

Un’altra arma clandestina rinvenuta e sottoposta a sequestro ieri dai militari della Stazione Carabinieri di Ortigia, nel corso di una perquisizione domiciliare. Nella giornata di ieri infatti, i Carabinieri della Stazione di Siracusa Ortigia congiuntamente con il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa, impegnati in un servizio di prevenzione e repressione dei reati, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per possesso di arma clandestina Claudio Guzzardi, classe 1987, commerciante siracusano con precedenti di polizia.

I Carabinieri infatti a seguito di una accurata attività informativa, hanno eseguito una perquisizione presso l’abitazione in cui vive il 32enne siracusano nel corso della quale sono stati rinvenuti all’interno della mobilia del soggiorno e della camera da letto, una pistola calibro 9×21 marca “Taurus” con matricola abrasa, in buone condizioni e perfettamente funzionante, corredata da caricatore contenente 9 cartucce del medesimo calibro, nonché 5 cartucce per pistola calibro 38 special e 2 fondine per pistola.

Di fronte a tali gravi elementi a carico del Guzzardi, i Carabinieri lo hanno dichiarato in arresto per possesso di arma clandestina e munizionamento e lo hanno condotto presso i locali della Compagnia di Siracusa per le formalità di rito, al termine delle quali è stato condotto nel carcere “Cavadonna” in attesa di rito direttissimo. Ulteriore verifiche tecnico-balistiche verranno effettuate sull’arma clandestina rinvenuta, per accertare se sia stata utilizzata o meno in passato per fatti delittuosi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo