Siracusa, “Terre emerse”: il notaio Coltraro rinviato a giudizio

Il Gup del Tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, ha accolto la richiesta del pm Margherita Brianese e firmato il decreto nei confronti del deputato regionale

Siracusa, Resta Coltraro il "Paperone" all'Ars con una dichiarazione da 350 mila euro

Rinviato a Giudizio il notaio Giambattista Coltraro. Il Gup del Tribunale di Siracusa, Michele Consiglio, ha accolto la richiesta del pm Margherita Brianese e firmato il decreto nei confronti del deputato regionale, nell’ambito dell’inchiesta “Terre emerse” condotta dai Carabinieri.

Il notaio augustano, accusato di falso in atto pubblico, si è sempre dichiarato estraneo ai fatti che gli vengono contestati rilasciando anche dichiarazioni spontanee in merito alla regolarità degli atti da lui firmati. La vicenda giudiziaria è balzata agli onori della cronaca in seguito a un servizio della trasmissione televisiva di Italia 1 “Le iene”.

La prima udienza è fissata per il 30 maggio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi