In tendenza

Calcio: La Enzo Grasso Vince E Vola Al Comando In Attesa Della “Replica” Del Priolo

ENZO GRASSO SIRACUSA 1 – VIRTUS CATANIA 0

ENZO GRASSO: Cavalieri, Cantaro, Greco, Moncada, Tarascio, Bellomo, Gallo (78’ Di Mari), Di Bassiano, Parrinello, Morreale (54’ Cassarino) Giucastro (54’ Daniele). A disposizione Fabrizi, Mazzurco, Liuzzo, Lombardo. Allenatore Petrolito.

VIRTUS CATANIA: Agricola, Patitucci, Maenza, Tinnirello, Spinelli, Coniglio, Ferrigno (49’ Ruggero), Picone, Messina (90’ Cordova), La Mastra, Ensabella. A disposizione. Carbonaro, Calandra. Allenatore Zuccarello.

ARBITRO: Iapichino di Siracusa.
RETE: 40’ Parrinello.
NOTE: Gara a porte chiuse per l’inagibilità del Centro Sportivo Erg.

Enzo Grasso capolista del girone F di Prima categoria. Aspettando l’impegno interno del Priolo che, domani pomeriggio, sullo stesso terreno di gioco, affronterà il Carlentini, la squadra siracusana si gode, almeno per 24 ore, il primato in classifica. Il filotto utile continua grazie al terzo 1-0 consecutivo, firmato ancora una volta, manca a dirlo, dal solito Gianpiero Parrinello. Partita non semplice contro un avversario mai domo anche se di caratura inferiore rispetto ad una compagine che, ancora una volta, ha saputo dimostrare carattere, determinazione ma, soprattutto, grande fame di vittorie.

Senza lo squalificato Bonaventura e l’infortunato Reale, Petrolito si affida ad un 4-3-3 che crea subito grosse difficoltà alla squadra etnea. Parrinello in mezzo è un autentica spina e Giucastro e Gallo sulle fasce riescono spesso a saltare l’uomo creando la superiorità numerica. Dopo una debole conclusione di Picone, facilmente parata da Cavalieri, la scena passa interamente alla squadra di casa. Il primo tempo è ricco di occasioni, qualcuna clamorosa, non concretizzate.

Al 17’ Morreale serve un pallone d’oro a Gallo che, tutto solo davanti ad Agricola, spreca, calciando addosso al portiere che devia in angolo. Poco dopo lo stesso fantasista non concretizza un’azione di contropiede, imitato, al 20’, da Giucastro che, al culmine di una grande azione personale, calcia fuori di poco. L’iniziativa è sempre saldamente nelle mani della Enzo Grasso che, al 35’, fa le prove generali del gol: cross di Gallo per la testa di Giucastro che impegna Agricola in una difficile respinta; la palla arriva sul sinistro di Parrinello che, al volo, spedisce a lato.

Cinque minuti più tardi però l’attaccante si fa perdonare, sfruttando una “spizzicata” di Di Bassiano, su punizione di Morreale, e infilando Agricola da posizione ravvicinata. Sbloccato il risultato, l’Enzo Grasso continua ad attaccare e, un attimo prima dell’intervallo, ancora su calcio piazzato, sfiora il raddoppio con Morreale.

Il tecnico ospite richiama Ferrigno e al suo posto inserisce Ruggero, ma la sostanza della partita non muta nella ripresa. Padroni del campo sono sempre i locali, anche se la formazione etnea prova a creare qualche grattacapo ai siracusani. Parrinello non riesce a battere il portiere avversario con un morbido tocco da distanza ravvicinata in apertura di tempo. Poi mister Petrolito richiama Morreale e Giucastro, inserendo forze fresche (Cassarino e Daniele), che danno più vivacità alla manovrà offensiva.

L’Enzo Grasso controlla agevolmente una gara che scivola via senza particolari sussulti fino a quando, poco oltre la mezz’ora, un fulmineo contropiede degli aretusei non viene sfruttato a dovere da Parrinello, il cui destro risulta impreciso. Ci prova anche Cantaro che, però, non inquadra lo specchio della porta.

L’ultima occasione è per gli ospiti ma la punizione di Tinnirello dal limite non si abbassa abbastanza per sorprendere Cavalieri, spettatore non pagante di una partita praticamente senza storia. Alla fine l’1-0 vale comunque tre punti, ma non rispecchia fedelmente quanto le due squadre hanno fatto vedere in un pomeriggio di calcio senza tifosi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo