fbpx

In quarantena chi arriva da Spagna, Grecia e Malta: firmata l’ordinanza anti Covid

Covid-19, salgono ancora i contagi: 3 nuovi positivi a Siracusa

Giovani in strada anche a Siracusa per il quarto appuntamento con il global strike dei Fridays for Future

Alla vigilia della COP25 che vedrà riuniti i leader mondiali a Madrid per discutere del clima, i giovani intendono ribadire che il tempo sta scadendo affermando che restano solo 11 anni per salvare il pianeta

Anche a Siracusa gli studenti sono tornati in piazza per chiedere misure concrete a difesa dell’ambiente e del loro futuro per il quarto appuntamento con il global strike dei Fridays for Future. Stamattina studenti e studentesse, dalle scuole e dalle università sono scesi in piazza in occasione del quarto sciopero globale contro il cambiamento climatico.

Alla vigilia della COP25 che vedrà riuniti i leader mondiali a Madrid per discutere del clima, i giovani intendono ribadire che il tempo sta scadendo affermando che restano solo 11 anni per salvare il pianeta.

Il nostro Paese deve dichiarare l’emergenza climatica – dicono i giovani attivisti della Rete degli studenti medi Sicilia -. Prentendiamo emissioni zero entro il 2030. Anche scuole e università ecosostenibili e plastic free, didattica ecologica, investimenti sulla ricerca, raccolta differenziata nei luoghi di istruzione, trasporti pubblici ecosostenibili e gratuiti per gli studenti. Siamo arrivati al quarto global stryke e continueremo a starci chiedendo che venga dichiarata l’emergenza climatica da parte dell’assemblea regionale Siciliana.”

In occasione del “Fridays for future” l’Undicesimo Istituto Comprensivo “Archia”, ha organizzato delle manifestazioni nei tre plessi. In via Monte Tosa e in via Calatabiano gli alunni hanno piantato e messo in mostra piantine con contenitori “da riciclo”, hanno cantato e ballato inni alla terra. In via Calatabiano inoltre, è stata preziosa la collaborazione dell’Associazione dei Carabinieri in congedo, che ivi detengono la sede, nella persona del Presidente Valentino De Ieso.

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado del plesso di via Asbesta, durante un percorso progettuale in collaborazione con l’Associazione “Fridays for Future” hanno realizzato cartelloni e preparato composizioni sulle tematiche ambientali, infine, con entusiasmo hanno organizzato una marcia lungo le vie del quartiere, scortati dalla polizia municipale. La manifestazione si è conclusa nell’auditorium del plesso con un acceso e sentito dibattito.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo