fbpx

I Nostri Gelati Artigianali: Buoni e Sicuri

L’esame di campioni di gelato artigianale prelevati nei comuni di Augusta e Melilli in bar e gelaterie maggiormente frequentati nella stagione estiva, ha fornito per i consumatori dati rassicuranti sotto il profilo igienico-sanitario.

A svolgere tale attività di prevenzione e controllo nel Distretto di Augusta è stato il Servizio di Igiene degli Alimenti di origine animale dell’Ausl 8 congiuntamente all’Area di Catania dell’Isituto Zooproffilattico sperimentale di Sicilia. Istituzioni pubbliche queste, che da sempre collaborano sul territorio di competenza al servizio della cittadinanza col fine di tutelare la salute pubblica attraverso una azione costante di prevenzione e controllo.
Dall’inizio dell’estate ad oggi sono stati esaminati 12 laboratori di produzione attraverso più prelievi di lotti di gelato in ciascuno di essi. Altri controlli sono stati pianificati per i prossimi giorni fino alla conclusione dell’estate.

L’analisi del rischio svolta, che è stata basata sulla valutazione del profilo microbiologico dei gelati, ha permesso di esprimere dati rassicuranti per i consumatori, che rispetto a questo alimento sono rappresentati anche da categorie che risultano dal punto di vista immunitario più esposte a contrarre eventuali malattie a trasmissione alimentare (MTA), quali i bambini, gli anziani e gli ammalati. Fino ad oggi in nessun gelato esaminato è stata riscontrata la presenza di agenti patogeni.
Le attività svolte si sono concretizzate nel monitorare le condizioni igienico-sanitarie dei laboratori di produzione annessi agli esercizi pubblici di vendita e somministrazione; nel fare una verifica dell’attività di autocontrollo svolta nei laboratori; nel prelevare campioni di gelato nel rispetto della normativa vigente per fini analitici; nell’esaminare in laboratorio i gelati ricercando i potenziali agenti microbici dannosi per la salute pubblica, quali la Salmonella, la Listeria monocytogenes, l’Escherichia coli, lo Stafilocco aureo; nel valutare con la dovuta criticità le informazioni ed i dati ottenuti.

Gli italiani consumano quantità elevate di gelati, tanto che l’Italia è al primo posto nella CE per il consumo di gelato (10 kg pro capite, contro i 22,5 kg pro capite degli USA (indagine ISTAT del 2003). La scelta degli italiani, sempre secondo l’ISTAT, ricade soprattutto sul gelato artigianale rispetto a quello industriale.
La Sicilia in particolare è una regione che vanta la preparazione di gelati di rinomata fama internazionale per qualità, gusto e bontà, ma proprio per la natura intrinseca delle materie prime che costituiscono il gelato e cioè il latte, fresco o in polvere, la panna, le uova oltre ad altri componenti quali zucchero, frutta, preparati ai vari gusti, aromi, addensanti, occorre valutare il rischio microbiologico, specie nelle stagione estiva quando la preparazione del prodotto, vista la richiesta, è larga e diffusa.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo