Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Rosolini, Incatasciato replica alla mozione di sfiducia: “Inopportuna e infondata. Farò ricorso”

Ieri in Consiglio comunale è stata approvata la mozione di sfiducia

Una mozione di sfiducia inopportuna e infondata. Commenta così Giuseppe Incatasciato la mozione di sfiducia a sindaco approvata ieri in Consiglio comunale.

“Due anni e mezzo di Amministrazione in cui abbiamo cercato il massimo per la nostra città, lavorando con abnegazione e dati alla mano, la città sta risorgendo. – dice Incatasciato – Nonostante il grande lavoro portato avanti in questi anni, ci siamo trovati di fronte ad una mozione di sfiducia che reputo certamente inopportuna, perché consumata in danno alla città e comunque assolutamente infondata perche’ presentata a dispetto della grande mole di lavoro svolto, considerati i risultati conseguiti, fra tutti nella programmazione economica, nella gestione del servizio ecologico e nella captazione, senza precedenti, di molteplici finanziamenti in campo europeo, nazionale e regionale.”

A dire sì alla mozione di sfiducia i consiglieri di opposizione più Tino Di Rosolini, Enzo Vigna e Emanuele Monaco. Rosolini quindi adesso non ha più un sindaco ed è stato sciolto anche il Consiglio comunale. Da adesso potrebbe aprirsi un periodo di commissariamento.

“Una mozione presentata da una parte politica che da troppo tempo tiene in pugno la città e ne ha determinato il dissesto finanziario. – continua IncatasciatoI fuochi d’artificio apparsi all’improvviso a seguito della sfiducia, a cura di “qualche nostalgico della vecchia politica”, descrivono perfettamente chi ha orientato l’iniziativa. Abbiamo lottato sempre con fermezza nell’avversare e scardinare il sistema affaristico. Evidentemente con il nostro nuovo modo di amministrare la cosa pubblica abbiamo dato fastidio a qualcuno, ma non sicuramente ai cittadini che ringrazio e che hanno dimostrato di avere a cuore la nostra Rosolini. In tal senso voglio ringraziare pubblicamente tutti coloro che in queste ore continuano numerosi ad attestarmi la loro stima, il loro affetto e la loro vicinanza ed è quello che più mi conforta, perché confermano la bontà del nostro lavoro.”

“Per quanto attiene la parte meramente tecnica -amministrativa della mozione di sfiducia, annuncio sin d’ora che presenteremo ricorso” – conclude Incatasciato


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo