fbpx

Siracusa, fondo asilo migrazione e integrazione: in arrivo il finanziamento dal ministero dell’Interno

Il finanziamento di 460.129,45 euro e permetterà l’avvio di un ufficio dedicato ai cittadini stranieri per facilitare il loro accesso ai servizi pubblici

Il Comune di Siracusa ha partecipato ad uno dei bandi Fami (Fondo asilo migrazione e integrazione 2014-2020) che ha l’obiettivo di promuovere una gestione integrata dei flussi migratori sostenendo tutti gli aspetti del fenomeno: asilo, integrazione e rimpatrio. Nello specifico il Comune partecipando alla selezione “Governance dei servizi”, si è aggiudicato il 19mo posto, unica città siciliana fra i 28 territori finanziati, a fronte dei 117 progetti presentati.

Il finanziamento di 460.129,45 euro del Ministero dell’Interno, da utilizzare in due anni, permetterà l’avvio di un ufficio dedicato ai cittadini stranieri, con la duplice finalità di facilitare il loro accesso ai servizi pubblici e al contempo di lavorare con questi ultimi sotto il profilo formativo per qualificare, potenziare e rendere accessibile la loro offerta ai cittadini stranieri.

Ciò permetterà nel medio termine di attivare forme di supporto e di accompagnamento agli operatori del pubblico, nonché di avvicinamento dei cittadini stranieri a servizi spesso sconosciuti o ritenuti dagli stessi inaccessibili; mentre a lungo termine si lavorerà perché si inneschino processi positivi ed efficaci che rendano autonomi i destinatari del progetto.

Siracusa, capofila del progetto, sarà coadiuvata per l’attuazione delle singole azioni da un partenariato, che è stato selezionato attraverso un bando pubblico, composto da Enti sia del pubblico che del privato, che da anni operano sul nostro territorio nell’ambito dell’immigrazione, distinguendosi per dedizione e professionalità .

AccoglieRete Onlus, Oxfam, Arci Siracusa, Ciao (Centro Interculturale di Aiuto ed Orientamento) – Maristi Siracusa, Cpia “A. Manzi”, Impact Hub Siracusa, partecipando al bando di co-progettazione hanno ideato insieme all’ufficio comunale “Programmi complessi” le linee d’intervento del progetto partendo dai bisogni rilevati sul territorio.

“L’ufficio, denominato “ Comune dei popoli” – ha detto l’assessore alle Politiche per l’Innovazione Rita Gentile – sarà ubicato alla Giudecca in una parte di “Casa Minniti”, e si propone di essere un sicuro e competente punto di riferimento per i beneficiari stranieri, che potranno sentirsi accolti e accompagnati verso una conoscenza della città, dei suoi servizi e delle opportunità che offre . Un contenitore, quindi, che agendo da facilitatore, sosterrà processi di reale integrazione e questo con un evidente vantaggio per tutta la collettività residente sul nostro territorio” .


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo