In tendenza

Siracusa, l’idea di un nuovo parcheggio da 600 auto accanto al Molo, ma anche 30 sanzioni al giorno per chi va sulle preferenziali di via Malta

Si è parlato anche di sport con lavori annunciati in Cittadella (Palazzetto, tensostativo, spogliatoi, piscina coperta e olimpianica), via Lazio e gestioni future

Si è insediato da pochi giorni il neo comandante della Polizia municipale di Siracusa, Giuseppe Puglisi, e ha già le idee chiare: educare il cittadino, aiutarlo al rispetto delle regole con un pizzico di tolleranza e prevenzione ma punire chi infrange il Codice della Strada. Come accade per le circa 30 sanzioni giornaliere, in media, per chi percorre la corsia preferenziale di via Malta senza averne diritto o subisce le ganasce sulla propria auto. E la metà degli automobilisti indisciplinati risulta essere senza copertura assicurativa o revisione.

L’ammissione, anche con un pizzico di sorpresa, durante l’intervista di oggi alla quale ha preso parte pure l’assessore Peppe Gibilisco, che si è detto soddisfatto per avere un comandante dedicato esclusivamente al Corpo (e non prestato ad esso tra altre rubriche, come con il predecessore) e in procinto di assumere (il Comune ovviamente) altri 20 tra Vigili e ausiliari entro un paio di mesi per sopperire alle carenze d’organico.

Ma considerata l’endemica carenza di parcheggi – oltre ai già citati (dal collega Enzo Pantano) Mazzanti, Diaz, Von Platen ed Elorina – la novità più importante rivelata da Gibilisco riguarda il progetto di implementazione di ulteriori circa 600 posti auto nell’area demaniale adiacente al Molo S. Antonio (ex granaio). Il progetto è praticamente completato, le interlocuzioni propedeutiche pure, adesso bisognerà attendere i classici tempi della burocrazia. Ma l’intenzione, una volta completata e aperta la nuova area, è anche quella di eliminare i parcheggi su via Malta consentendo ai residenti la sosta al Molo e raddoppiando le corsie per chi vuole entrare in Ortigia.

C’è stato il tempo anche per parlare di sport. L’assessore Gibilisco ha annunciato di voler intercettare fondi dal credito sportivo per riqualificare e riaprire la struttura di via Lazio (che dovrebbe essere gestita da privati), di attendere il finanziamento regionale di 300 mila euro per il rifacimento del tetto del palazzetto dello Sport e dei 150 mila euro per gli spogliatoi del tensostatico che saranno condivisi momentaneamente con i fruitori del PalaLoBello (oggetto di future attenzioni). Tra i progetti anche il raddoppio della piscina coperta che dovrebbe diventare semi olimpionica (12,5 metri per 25) su cui gli uffici stanno lavorando, il rifacimento degli spogliatoi di quella olimpionica e un pattinodromo da 200 metri.

La gestione della Cittadella per la prossima stagione, però, sarà comunale (dopo la parentesi privata con l’Ortigia), con alcune eccezioni private: padel, campo da calcetto e da tennis. Tutte da bandire, come anche i campi da tennis di viale Santa Panagia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni