fbpx

Siracusa, riaprono le scuole. Ecco quando e come

Solo un istituto comincia giorno 14 settembre, mascherine in base alla capienza delle aule

C’è ancora confusione nelle modalità di riapertura delle scuole, nonostante tempi ristretti. Il ritorno sui banchi, infatti, è previsto per lunedì 14 settembre, seppure a discrezione di ciascun istituto.

A Siracusa sarà solo l’Istituto Archimede ad aprire le porte agli studenti lunedì prossimo, seppure con l’obbligo di indossare le mascherine in aula. Su quest’ultimo punto ogni scuola ha deciso per sè in base alle grandezze delle aule: nel caso in cui non si possa garantire il metro di sicurezza tra alunni bisognerà indossare i dispositivi di sicurezza anche dentro le aule e durante tutta la durata delle lezioni, e non solo quindi nei luoghi comuni (obbligatorio per tutti). Tutti hanno deciso di far rientrare le classi in maniera scaglionata. Nessun istituto ha predisposto i doppi turni. Tutti aspettano con ansia i banchi monoposto.

Il resto degli istituti compresivi sono così organizzati.

L’istituto Vittorini nonostante i vari tentativi di riaprire il 14 ha dovuto far slittare la partenza al 21 settembre. Mascherine in base all’aula. Ai più piccoli probabilmente saranno destinate le aule più grandi in modo da evitare le mascherine, ma in alcuni casi le dimensioni delle aule non permettono questo e quindi sarà necessario il dispositivo di sicurezza.

Stesso discorso per l’istituto Martoglio, anch’esso in attesa di lavori dal Comune, aprirà i battenti il 24 settembre con la stessa filosofia del Vittorini per l’utilizzo delle mascherine.

Aule piccole anche a Belvedere, dove sarà necessario l’utilizzo delle mascherine in aula durante tutta la durata delle lezioni che cominceranno il 24. Stessa data e identica modalità delle mascherina anche all’istituto comprensivo Radice (24 settembre, mascherine in aula). Lavori in corso al Tucidide dove si attende l’assegnazione di altre aule, non si sa ancora dove e quante, il tutto per giorno 24 settembre (inizio scuola). In base a quest’ultima decisione che dovrà essere presa da Comune, si deciderà sull’utilizzo della mascherine. Discorso identico per il Raiti che attende aule per ampliare gli spazi, oppure mascherine per tutti a partire dal 24.

L’istituto Santa Lucia, invece, ha una situazione particolare. Qui la scuola comincia il 23, ma nel plesso di Ortigia il 24 settembre. In questi due casi sarà possibile mantenere le distanze, evitando le mascherine. Tutto il contrario per il plesso in zona Isola dove le aule non permettono distanze, motivo per il quale sarà necessario portare la mascherina.

Il Giaracà parte giorno 23 settembre in via Asbesta mentre il 24 negli altri plessi. Nessuna informazione è stata fornita dall’istituto in termini di utilizzo dei dispositivi di sicurezza. Un mistero condiviso anche con gli istituti Verga e Paolo Orsi che cominceranno rispettivamente il 24 e il 22 settembre.

Fortunati gli studenti dell’Archia che cominciano il 23 settembre e potranno godere di aula ampie e quindi evitare le mascherine in aula, ma non nei corridoi. Mini rivoluzione all’interno del Costanzo, dove anche i laboratori sono stati trasformati in aula, in modo che tutti gli alunni dal 24 settembre possano tornare a scuola senza indossare la mascherina durante la lezione. Niente mascherine e inizio delle lezioni il 24 settembre anche al Chindemi.

A Cassibile si comincia il 21 settembre, senza mascherina. Non tutte le classi, però, potranno rientrare. I più piccolini, i bimbi di 3 anni, e quindi al primo anno di asilo, non potranno rientrare in aula a settembre, ma più avanti.

Discorso a parte per i licei e gli istituti superiori che dovrebbero cominciare tutte giorno 14 settembre, tranne per i plessi che sono sede elettorale. Sulle modalità il clima è ancora incerto, ma tutto potrebbe risolversi nel giro di questo fine settimana.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo