In tendenza

Elezioni, tutta la soddisfazione di “Insieme per Rosolini”: “in poco più di un mese superati i partiti tradizionali”

La lista a sostegno del candidato sindaco Giovanni Spadola al primo turno ha conquistato il 12% dei consensi e adesso guarda con ottimismo il turno di ballottaggio

Agricola

Da quattro amici al bar, in poco più di un mese siamo diventati un partito, il quarto a Rosolini, con il 12% e 1.248 preferenze ottenute alle elezioni dello scorso 10 e 11 ottobre. Non è un risultato di poco conto”.

A ringraziare i suoi elettori, ma prima di tutti i candidati, è il leader di “Insieme per Rosolini”, Peppe Agricola. “Si tratta di un risultato straordinario – spiega – ottenuto da una forza sana e di lavoratori di Rosolini che fino a tre anni fa era in grado di potere esprimere, due, tre candidati al massimo. Oggi siamo riusciti a superare anche partiti tradizionali e tutto questo ci lascia ben sperare per il futuro”.

Agricola ricorda come sia stato lo scorso 5 settembre quando è stata presa la decisione di creare la lista per sostenere il candidato sindaco, Giovanni Spadola. “La nostra missione – spiega Agricola – non è ancora completa, perché dobbiamo vincere il ballottaggio. Soltanto con Spadola sindaco sarà un trionfo per il nostro Movimento”.

Anche Luigi Fratantonio, designato da Spadola come assessore parla di un risultato eccezionale. “Insieme per Rosolini – dice – è una forza politica che rappresenta la città che lavora e che si batte per migliorare la qualità della vita in un contesto politico dove il Comune è stato travolto dal dissesto finanziario e da decine di criticità. In queste elezioni nei nostri confronti c’è stata ostilità e lo dimostra il fatto che centinaia di voti ci sono stati annullati. Abbiamo pagato lo scotto dell’inesperienza, ma sicuramente nel ballottaggio saremo attenti vigili, soprattutto se riscontrassimo malafede nei confronti di alcuni presidenti di seggio”.

Sul ballottaggio Fratantonio aggiunge: “Vogliamo dire forte e chiaro che con Spadola abbiamo vinto il primo turno? Probabilmente la coalizione si aspettava qualcosa in più, ma questo non pregiudica un bel nulla. Abbiamo le carte in regola per andare a governare Rosolini con Giovanni Spadola sindaco”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo