In tendenza

La Sicilia resta zona arancione. In provincia di Siracusa contagi nella media

Sono 616 i nuovi positivi al Covid in Sicilia nelle ultime 24 ore

Sono 616 i nuovi positivi al Covid in Sicilia nelle ultime 24 ore così come evidenziato dal bollettino giornaliero emesso dal Ministero della Salute su 25.206 tamponi processati tra rapidi e molecolari. L’isola, in base agli ultimi aggiornamenti che vedono un elevato numero di guariti (1.685 rispetto a ieri, 96.956 dall’inizio dell’emergenza) scende sotto quota 40 mila casi attuali di positività, attestandosi a 39.554 (1.100 in meno rispetto a ieri). Degli attuali positivi 1.244 sono ricoverati con sintomi mentre 182 sono le persone in Terapia intensiva. Purtroppo anche oggi si registrano 31 decessi per un totale di 3.634 vittime dall’inizio dell’emergenza sanitaria a oggi.

I nuovi casi nelle nove province siciliane sono così suddivisi: Catania 151, Palermo 226, Messina 53, Trapani 74, Siracusa 47, Ragusa 12, Caltanissetta 20, Agrigento 25 ed Enna 8.

L’indice Rt in Italia è invariato a 0,84. A quanto si apprende, questo è l’esito dell’analisi della cabina di regia ministero della Salute-Iss che monitora settimanalmente i dati. Da cui emergerebbe come unica modifica rispetto al quadro dei “colori” della scorsa settimana la promozione della Sardegna dall’arancione al giallo. Mentre Puglia, Sicilia e Provincia di Bolzano rimangono arancioni. Quanto all’Umbria, già in arancione, dai dati non è escluso possa passare in zona rossa.

Tutte le altre regioni sarebbero confermate in zona gialla. Si conferma dunque l’indice Rt della scorsa settimana, ma stavolta con un range (0,76-1,02) che supera l’1 nel suo limite superiore. In due regioni la trasmissibilità è in contro-tendenza rispetto al resto del paese con un Rt significativamente sopra la soglia di 1 e 5 regioni riportano il valore puntuale attorno all’1 con valori compresi tra 0.95 e 1,03.

Questo l’indice Rt nel dettaglio: Abruzzo, 0.99; Basilicata, 0.63; Calabria, 0.81; Campania, 0, 78; Emilia Romagna, 0.83; Friuli Venezia Giulia, 1.03; Lazio, 0.8; Liguria, 0.95; Lombardia, 0.94; Marche, 0.95; Molise, 0.9; Piemonte, 0.78; provincia autonoma di Bolzano, 1.06; provincia autonoma di Trento, 0.61; Puglia, 0.91; Sardegna, 0.75; Sicilia, 0.73; Toscana, 0.98; Umbria, 1.18; Valle d’Aosta, 0.85; Veneto, 0.63.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo