fbpx

In Sicilia 1.726 attuali positivi e 95 guariti

Siracusa, aggressione al personale del 118: c’è una denuncia

Sulla questione sicurezza in ospedale interviene anche il Siulp, Tommaso Bellavia, secondo cui il presidio di Polizia in ospedale deve essere una priorità assoluta a tutela di medici e pazienti

C’è una denuncia per l’aggressione dei due autisti soccorritori del 118 avvenuta sabato sera all’interno del Pronto Soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa. I due operatori sanitari sono stati aggrediti da una donna di 40 anni, la stessa che era stata appena soccorsa dal personale del 118.

“Due lavoratori nell’espletamento del loro servizio sono stati ripetutamente picchiati e minacciati mentre stavano svolgendo un’attività di soccorso – ha spiegato ieri il segretario della Fp Cisl Daniele Passanisi –il tutto è avvenuto durante il servizio, all’interno dell’autoambulanza e all’arrivo al Pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I”. Il personale Seus sarebbe stato assalito con calci pugni e morsi dall’individuo a cui era stato prestato soccorso!

La Fials 118 invierà formale richiesta alle istituzioni, affinché gli equipaggi del 118 siano maggiormente tutelati e all’occorrenza dotati di strumenti leciti atti a scoraggiare malintenzionati, come ad esempio delle telecamere, così come si chiederà di rafforzare i presidi di sicurezza nei locali dei Pronto Soccorso.

E in merito è intervenuto anche il segretario del Siulp (sindacato di Polizia) di Siracusa, Tommaso Bellavia. “Parto esprimendo la mia solidarietà ai lavoratori coinvolti nell’aggressione e ai sindacati al loro fianco. La posizione del Siulp in merito è ormai più che nota – dice -. Il presidio di Polizia del Pronto Soccorso a nostro avviso è una priorità assoluta a tutela della sicurezza dei degenti e del personale sanitario che giornalmente lavora in condizioni di grande pressione e difficoltà. Capiamo che anche la Questura di Siracusa stia vivendo un grande problema di personale vista l’assenza di turnover tra chi va in pensione e le nuove assunzioni. In merito, infatti, i vari governi, da quello con l’ex ministro Salvini in poi hanno solo disatteso le promesse. Crediamo però che la presenza di un posto fisso di Polizia in ospedale sia anche una scelta politica degli uffici, scelta per noi prioritaria e imprescindibile


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo