In tendenza

Siracusa, si chiude la vicenda “casa Monteforte”: l’immobile torna al Comune

L'amministrazione comunale ha dato il via libera a un accordo stragiudiziale che prevede il pagamento di 25mila euro per alcuni lavori di manutenzione svolti da un privato

Si chiude con un accordo stragiudiziale la vicenda di casa Monteforte. L’amministrazione comunale, infatti, con apposita delibera di Giunta ha dato il via libera all’accordo transattivo tra Palazzo Vermexio e Francesco Licini che aveva occupato e utilizzato – rivendicandone l’usucapione – alcune porzioni del palazzo che fino a qualche anno fa ospitavano “Casa Monteforte” in via Picherali, nel cuore di Ortigia.

Ne era nata una battaglia giudiziaria che nel marzo dello scorso anno aveva visto il Tribunale di Siracusa dare ragione all’amministrazione comunale, accogliendo la richiesta di sequestro giudiziario. Poi revocato a fine giugno a seguito del ricorso presentato da Licini. Le due parti, a questo punto, alle carte bollate hanno preferito la via del dialogo e il dottor Licini, assistito dagli avvocati Paolo Tuttoilmondo e Corrado Giuliano ha proposto al Vermexio la restituzione degli immobili previo il rimborso delle spese sostenute per i lavori di manutenzione.

Proposta presa in considerazione dall’amministrazione comunale che a seguito di un sopralluogo tecnico ha quantificato in poco più di 25mila euro i lavori svolti. Trovato l’accordo, si chiude la contesa. “Casa Monteforte” torna nella piena disponibilità del Comune di Siracusa che adesso, però, dovrebbe impegnarsi nel dare un seguito alla volontà testamentaria della signora Monteforte: quella di destinare gli immobili a una casa di riposo per anziani e bisognosi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo