fbpx

Fase 3, in Sicilia stop all’obbligo distanziamento per i passeggeri sui bus

Siracusa, Vinciullo protesta davanti il tensostatico di Belvedere: “un altro anno senza palestra”

Per l'ex deputato regionale se l'amministrazione fosse intervenuta due anni fa la spesa sarebbe stata nettamente inferiore

“Anche per l’anno scolastico in corso, le bambine e i bambini di Belvedere rimarranno senza palestra a causa della incapacità dell’Amministrazione comunale di Siracusa”. A tuonare contro l’amministrazione comunale è l’ex deputato regionale Vincenzo Vinciullo che insieme con Mauro Basile, Claudio Marino e Gaetano Li Noce ieri mattina ha svolto una breve manifestazione davanti alla palestra attualmente inutilizzabile.

Proprio in questi giorni l’amministrazione ha comunicato l’aggiudicazione della gara per il ripristino della struttura con lo stanziamento di 120 mila euro. I lavori dovrebbero durare circa 6 mesi e oltre alla sostituzione integrale del manto di copertura con membrana termica e degli infissi danneggiati, prevedono il rifacimento della superficie di gioco con nuova pavimentazione sportiva autoposante e la realizzazione di un sistema di rampe a norma per una migliore fruizione della struttura da parte degli alunni diversamente abili.

Come si ricorderà – dicono Vinciullo, Basile, Marino e Li Noce -, le somme per la messa in funzione della tensostruttura sono stati stanziati, su proposta dei consiglieri comunali del centrodestra, nell’agosto dello scorso anno e da allora, nonostante le numerose proteste, l’amministrazione Italia non aveva fatto nulla. Se fossero intervenuti 2 anni fa, con 1500 euro poteva essere ricucito il telone e, soprattutto, i bambini non sarebbero rimasti senza palestra per ben due anni. Ai pochi, a dire il vero, che hanno ringraziato l’Amministrazione Comunale, ricordiamo due cose: la prima, il Sindaco e la Giunta sono pagati lautamente per amministrare bene, cosa che, evidentemente, non sanno fare; la seconda, che i lavori verranno eseguiti con un mutuo, cioè con le tasse che pagheranno i cittadini, che già sono tartassati come non mai.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo