In tendenza

Sono 46 i nuovi positivi al covid in provincia di Siracusa. Ma il rischio contagio è più elevato rispetto al resto della Sicilia

In merito ai dati del capoluogo aretuseo a oggi in città si contano 205 persone attualmente positive (13 in più rispetto a ieri). Di queste 2 sono ricoverate in terapia intensiva e 14 sono ricoverate nei reparti ordinari (si parla esclusivamente di residenti nel comune di Siracusa)

Sono 286 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia nelle ultime 24 ore su 15.441 tamponi tra rapidi e molecolari analizzati. È quanto emerge dal bollettino giornaliero emesso dal ministero della Salute. Sale così a 304.592 il totale dei positivi dall’inizio dell’emergenza, mentre gli attuali positivi sull’isola sono 6.682 (124 in meno rispetto a ieri).

Di questi sono 266 i ricoverati con sintomi nei reparti Covid ordinari, mentre sono 48 le persone in terapia intensiva con un nuovo ingressi nelle ultime 24 ore. Rispetto a ieri si contano 403 persone dimesse o guarite per un totale di 290.943 dall’inizio dell’emergenza, mentre purtroppo si registrano altri 7 decessi (6.967 in totale).

I 286 nuovi positivi sull’isola sono così suddivisi nelle varie province: Palermo 42, Catania 116, Messina 10, Siracusa 46, Ragusa 7, Trapani 4, Caltanissetta 6, Agrigento 25 ed Enna 30.

In merito ai dati del capoluogo aretuseo a oggi in città si contano 205 persone attualmente positive (13 in più rispetto a ieri). Di queste 2 sono ricoverate in terapia intensiva e 14 sono ricoverate nei reparti ordinari (si parla esclusivamente di residenti nel comune di Siracusa).

Continua la decrescita della curva epidemica in Sicilia. Il progressivo decremento dei nuovi contagi ha fatto registrare un’incidenza settimanale di 36,5 casi su 100 mila abitanti tra l’11 e il 17 ottobre, con un’ulteriore riduzione rispetto alla settimana precedente (40,8 su 100 mila abitanti) e al di sotto della soglia di 50 casi su 100 mila.

Il trend appare, però, non omogeneo in tutte le province e occorre valutare attentamente l’andamento delle prossime settimane. Il rischio, in termini di nuovi casi, si mantiene più elevato rispetto alla media regionale nell’area centro-orientale dell’Isola, nelle province di Siracusa (60,5), Catania (62,6) e Messina (47,4).

Continua a ridursi l’incidenza di nuove ospedalizzazioni e il livello di occupazione dei posti letto, indicatori che riflettono l’impatto di casi delle settimane precedenti e interessano prevalentemente soggetti non immunizzati. Resta stabile la letalità.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale elemento di attenzione è l’obbligo del “green pass” nei luoghi di lavoro che ha determinato un incremento delle prime dosi erogate nell’ultima settimana. In particolare, si evidenzia un picco a ridosso del 15 ottobre, data d’inizio dell’obbligo della certificazione verde nei luoghi di lavoro (nella sola giornata del 14 ottobre le prime dosi somministrate sono state 9.507). Si registra un significativo trend in aumento delle prime dosi, concentrato nelle fasce di età 12-19, 20-29, 30-39, 40-49, con un incremento del 4,81 per cento di dosi somministrate rispetto alla settimana precedente.

Prosegue la somministrazione della dose aggiuntiva per i soggetti immunocompromessi e trapiantati/attesa di trapianto, nonché la somministrazione della dose booster per le categorie individuate nella circolare ministeriale. Dal 20 ottobre è possibile per gli over 60 aventi diritto prenotare la terza dose, purché siano trascorsi sei mesi dalla somministrazione della seconda.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo